Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Serie A, verso Fiorentina-Inter: Paulo Sousa nerazzurro mancato

Serie A, verso Fiorentina-Inter: Paulo Sousa nerazzurro mancato
© Getty Images

La sfida tra i Viola e i nerazzurri dirà molto sulle ambizioni di entrambe sulla lotta al terzo posto. Roma e Milan sperano in un pareggio per avvicinarsi ulteriormente al terzo posto.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

giovedì 11 febbraio 2016 12:46

MILANO- Domenica sera, allo stadio Artemio Franchi, Paulo Sousa sfiderà la sua ex squadra, ovvero l’Inter. Il tecnico portoghese ha vestito la maglia nerazzurra per due stagioni e mezzo: dal gennaio del 1998 a giugno del 2000 ed ha collezionato solo 31 presenze complessive. I Viola sono terzi a quota 46 punti, mentre i nerazzurri inseguono al quarto posto a quota 45. All’andata, al Meazza, finì in goleada in favore della Fiorentina che strapazzò per 4-1 i nerazzurri con la tripletta di Kalinic e il gol di Ilicic. Il match di domenica diventa di fondamentale importanza per la lotta al terzo posto dato che dietro Roma e Milan sono rientrate prepotentemente in lizza e spingono per dare fastidio ad entrambe.

CORTEGGIAMENTO INTER- Secondo quanto riporta Sky, Piero Ausilio, attuale direttore sportivo dell’Inter, nel 2008, quando era responsabile del settore giovanile, contattò proprio Paulo Sousa che in quel momento era allenatore del Portogallo under 16, offrendogli la panchina della Primavera dell’Inter e un ruolo da supervisore per quanto riguarda tutto il settore giovanile. L’ex Juventus e Borussia Dortmund, però, declinò l’invito e preferì continuare la sua carriera da allenatore di club, visto che da lì a poco divenne tecnico del Qpr. In seguito le esperienze sulla panchina dello Swansea, Leicester, Videoton, Maccabi Tel Aviv, Basilea e quella attuale con la Fiorentina.

MOMENTO DELICATO- Sia Paulo Sousa che Roberto Mancini non stanno vivendo un buon momento sulle rispettive panchine. La sfida di domenica sera, sarà un banco di prova per entrambi che sognano di rilanciarsi spazzando via i dubbi e le polemiche delle ultime settimane.  Il tecnico portoghese era entrato in polemica con la società per via del mercato di riparazione non soddisfacente, Mancini invece è finito nell’occhio del ciclone per essere scivolato, in un mese, dalla vetta della classifica al quarto posto. Nel 2008 le strade di Paulo Sousa e l’Inter si sono solo sfiorate ma mai incrociate realmente: domenica sera l’Inter proverà a prendersi la rivincita sportiva sul tecnico che 8 anni fa rifiutò un suo trasferimento in nerazzurro.

Articoli correlati

Commenti