Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Champions ed Europa League, finali tutte spagnole?

Champions ed Europa League, finali tutte spagnole?
© Getty Images

La Spagna può piazzare quattro squadre nelle due finali delle competizioni europee. 

Sullo stesso argomento

 

lunedì 2 maggio 2016 09:52

MADRID - L'evento riscriverebbe la storia delle coppe europee e, vista l'andata delle semifinali, non susciterebbe una grande sorpresa. Si va verso una doppia finale spagnola. In Champions League l'Atletico deve difendere il prezioso gol di vantaggio su un Bayern in evidente difficoltà, al Real basta una vittoria con qualsiasi risultato in casa per far fuori il Manchester City.

In Europa League il Villarreal ha un vantaggio minimo ma prezioso dovendosi recare in casa del Liverpool mentre il solito Siviglia ha raddrizzato lo svantaggio nella tana dello Shakhtar ottenendo un promettente 2-2. In 90' può succedere di tutto ma il dominio del calcio spagnolo, appena scalfito dal titolo mondiale conquistato dalla Germania in Brasile, sembra ormai consolidato. E almeno nelle coppe europee sembra in grado di durare nel tempo, nonostante la caduta imprevista e sorprendente dei campioni uscenti del Barcellona.

ALICIA KEYS CANTERA' A SAN SIRO

ATLETICO-BAYERN - La settimana scorsa c'è stata la lunga celebrazione del 'cholismo' per le imprese in serie che l'Atletico Madrid forgiato da Simeone continua a rastrellare. Lo scudetto della Liga forse lo perderà , ma arrivando ex aequo con quel Barcellona che ha estromesso dalla Champions.

 Ora sta mettendo in riga il Bayern del nemico storico Guardiola: successo chirurgico all'andata e ora spettacolo assicurato nel ritorno di domani con il poderoso squadrone bavarese per la prima volta in grande affanno. Dopo la gara poco convincente dell'andata ha stentato in Bundesliga pareggiando col Moenchengladbach e rimandando l'appuntamento con lo scudetto. Ci vorrà una gara perfetta per perforare il munito fortino difensivo dell'Atletico, capace di colpire in contropiede con Torres e Griezmann.

SIMEONE: «CONTA SOLO VINCERE»

TUTTO SULLA CHAMPIONS

REAL-CITY - Mercoledì toccherà al Real segnare un gol in più dell'ottimo Manchester City, mai arrivato così avanti in Champions. Gli spagnoli dovrebbero recuperare l'infortunato Ronaldo e stanno attraversando un ottimo momento in Liga avendo ottenuto il decimo successo consecutivo vincendo in casa di un cliente complicato come la Real Sociedad. Visto che lo scudetto sembra molto difficile, a Zidane serve almeno arrivare in finale per ottenere la conferma in panchina. Il City è ormai concentrato solo sulla sfida del Bernabeu, in Premier ha perso 4-2 in casa del Southampton vedendo sfumare la possibilità di rincorrere l'Arsenal per il terzo posto.



EUROPA LEAGUE - Si rafforzano le possibilità di una finale tutta spagnola anche in Europa League: il Villarreal ha confermato il suo momento di forma blindando il quarto posto in Liga con la vittoria di Valencia e ora giovedì dovrà difendere a Liverpool il gol di vantaggio dell'andata. Gli uomini di Klopp sembrano avere perso la freschezza che gli aveva consentito di fare un ottimo finale di stagione: ieri hanno perso nettamente con lo Swansea di Guidolin con una formazione rimaneggiata. Tutte le energie sono riservate alla sfida di giovedì. Ha pensato a riposarsi anche il Siviglia, che insegue il tris consecutivo in Europa League: sconfitto 1-0 in casa dell'Espanyol non può andare oltre il settimo posto in Liga e giovedì ha bisogno di un pari fino all'1-1 o di una vittoria con lo Shakhtar che ha vinto il big match con i campioni d'Ucraina della Dinamo Kiev. Se il Liverpool sembra avere la possibilità di impensierire il Villarreal per gli ucraini sembra molto difficile andare a vincere in casa del Siviglia. Dopo le sfide del ritorno di semifinale le coppe andranno in archivio con le finali di Champions del 28 maggio a Milano e di Europa League del 18 maggio a Basilea.

Articoli correlati

Commenti