Agnelli: «L'Eca non può sostenere il format Fifa del Mondiale per club»
© Juventus FC via Getty Images
Calcio
0

Agnelli: «L'Eca non può sostenere il format Fifa del Mondiale per club»

Il numero uno dell'Associazione dei club europei: «Preferiamo puntare sul rinnovamento delle competizioni Uefa dal 2024»

ROMA - La posizione dell'Eca non cambia. La 22esima assemblea dell’Associazione dei club europei di scena ad Amesterdam ha confermato quanto già emerso nelle scorse settimane relativamente alla volontà della Fifa di organizzare il Mondiale per club aperto a 24 squadre dal 2021: "Non possiamo sostenere questo progetto. Preferiamo sviluppare una nuova visione per le competizioni Uefa dal 2024", le parole di Andrea Agnelli. Il numero uno dell’Eca ha poi aggiunto attraverso il profilo Twitter ufficiale dell’organismo europeo: "La priorità deve essere che le parti interessate debbano impegnarsi in una valutazione dettagliata su come il calcio internazionale possa evolversi dopo il 2024. La decisione della Fifa di rivitalizzare il Mondiale per club nel 2024 non può trovare il supporto dell'Eca".

RIVOLUZIONE UEFA - Per i club rappresentati dall'Associazione l'obiettivo è quello di rivoluzionare le competizioni Uefa: "Abbiamo avviato - ha aggiunto Agnelli - il processo per sviluppare una visione per il futuro delle competizioni Uefa. E' l'inizio di un viaggio che vedrà l'impegno di tutte le parti in causa, è necessario coinvolgere altre federazioni per allargare la partecipazione alle competizioni dell'Uefa". Secondo il presidente bianconero, sarà fondamentale riequilibrare il numero di gare tra i principali campionati: "Vorremmo delle modifiche, anche del calendario internazionale. Vogliamo che siano allineati tutti i tornei delle federazioni, perché è molto difficile così pianificare le stagioni. Dobbiamo lavorare per bilanciare il numero potenziale di partite: la differenza tra i diversi campionati è troppa. Ad esempio tra Inghilterra e Germania c'è una differenza di 12 partite. Dobbiamo tenere il sogno vivo in un percorso di crescita. Partecipare a una competizione internazionale permette a un club di crescere. Dobbiamo creare un sistema per cui in Europa tutte le nazioni possano partecipare e crescere".

ECA & UEFA - "Per la prima volta nella storia stiamo lavorando nella massima trasparenza con l'Uefa per organizzare il prossimo calendario dal 2021 al 2024. Ci vorranno 12-20 mesi di lavoro, è troppo presto per formulare un'ipotesi. Non ci sarò alcuna Superlega autonoma, lavoriamo d'intesa con l'Uefa per i migliori risultati per tutti i club che sono i motori centrali del calcio". Il numero uno della Juventus ha poi sottolineato quanto sia "assai significativo come Eca e Uefa stiano lavorando insieme. È importante per il futuro del calcio. Dobbiamo coinvolgere più Federazioni e allargare la partecipazione alle competizioni Uefa. Servono più dettagli sul progetto della Fifa per il Mondiale per club. Si sa troppo poco. Partite di Champions nel week-end? Non è il momento di parlarne". 

Tutte le notizie di Calcio

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta