Mondiale U17, Italia-Brasile 0-2: il sogno azzurro sfuma ai quarti di finale
© Getty Images
Calcio
0

Mondiale U17, Italia-Brasile 0-2: il sogno azzurro sfuma ai quarti di finale

Patryk e Peglow regalano alla formazione verdeoro la semifinale contro la Francia. Sui piedi di Gnonto le occasioni più importanti per la squadra di Nunziata 

GOIANA (BRASILE) - Il sogno azzurro al Mondiale U17 si infrange sul Brasile, ai quarti di finale. La formazione di Nunziata è stata battuta dalla nazionale verdeoro grazie alle reti, entrambe nelle prima frazione di gioco, di Patryk e Peglow. La squadra di Giulherme Dea se la vedrà ora contro la Francia, che ha battuto ed eliminato dal torneo la Spagna con un netto 6-1. Fatale per gli azzurri il primo tempo. L'approccio al match è stato difficoltoso fin da subito, con gli avversari che sono riusciti a imprimere il proprio ritmo fin dalle prime battute e che con Patrik al 6' son passati in vantaggio. La squadra di Nunziata, reduce dalla vittoria agli ottavi contro l'Ecuador (1-0), ha pagato a caro prezzo la stanchezza fisica, riuscendo a creare qualche pericolo dalle parti della porta avversaria, ma senza riuscire mai a concretizzare. Al 35' è Gnonto a sciupare una ghiotta opportunità per centrare il pari: l'attaccante dell'Inter colpisce la sfera tra testa e spalla e manda alto sopra la traversa. A cinque minuti dalla fine del primo tempo la doccia fredda: Peglow sigla la rete del raddoppio per il Brasile e si va negli spogliatoi con il doppio svantaggio. Nel secondo tempo il Brasile arretra, mentre l'Italia cerca di riaprire il match e avrebbe pure due grosse occasioni. Al 59' Ruggeri da sinistra mette forte al centro, Cudrig impatta il pallone ma manda alto sopra la traversa. Poi è di nuovo Gnonto a non concretizzare un errore difensivo di Patrik calciando su Donelli. 

Italia-Brasile U17, Oristanio carica i suoi: "Possiamo farcela"

Nunziata: "Non smetterò mai di ringraziare questi ragazzi"

Nonostante la sconfitta e l'eliminazione, il ct degli azzurri Nunziata ha voluto ringraziare i propri ragazzi: "È stato un anno meraviglioso: un secondo posto agli Europei e concluso tra le prime otto squadre al mondo, i ragazzi devono essere fieri di quello che hanno fatto e io non smetterò mai di ringraziarli per i sacrifici e la determinazione che ci hanno messo. Questo è solo l'inizio - ha concluso Nunziata - se metteranno sempre questo entusiasmo il futuro per loro sarà radioso".

Tutte le notizie di Calcio

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta