Gravina sulla Serie A: "Ho in mente un format nuovo"

Il presidente della Figc traccia un bilancio di questo 2020 così complicato: "Qualcuno voleva lo stop del calcio. La Nazionale di Mancini il nostro fiore all'occhiello"
Gravina sulla Serie A: "Ho in mente un format nuovo"© ANSA

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, traccia un bilancio dell'anno complicato che sta per chiudersi: "Il 2020 è stato difficile, ci sono anche state delle incrinature interne ma abbiamo saputo ricucirle e siamo riusciti a comunicare nella giusta maniera a tutti i nostri tifosi. Io non ho salvato nulla, ho solo svolto il mio ruolo con grande coscienza con grande senso di responsabilità chiedendo aiuto a tutti coloro che avevano voglia di dare un grande contributo all'interesse, alla tutela dell'interesse del calcio italiano" ha detto a Sky. 

Gravina: "Tifosi allo stadio? Nessuna data ancora"
Guarda il video
Gravina: "Tifosi allo stadio? Nessuna data ancora"

Gravina: "Qualcuno voleva il blocco del calcio"

"Momento difficile sì, qualche momento di sconforto, pensando soprattutto alle conseguenze negative che sarebbero derivate dal blocco, dall'annullamento del campionato, soprattutto di serie A. Sapevamo tutti che il momento era particolarmente difficile, momento dove dovevamo contemperare l'esigenza della tutela della salute, e contemporaneamente dovevamo proporre l'idea di giocare al calcio. Bisognava comunque lanciare dei messaggi diversi rispetto al semplice giocare al calcio. Abbiamo agito con grande determinazione. Ci sono stati dei momenti in cui avevo intuito che si organizzavano pensieri che miravano a bloccare la ripresa del nostro mondo solo perché altre attività erano state bloccate non capendo fino in fondo la vera forza del mondo del calcio. Il calcio rappresenta un panorama, uno scenario molto più complesso, molto più articolato.

Gli stakanovisti del 2020: Lukaku al top in Serie A
Guarda la gallery
Gli stakanovisti del 2020: Lukaku al top in Serie A

Gravina sulla Nazionale di Mancini

La Nazionale di Mancini ha dato un grande valore aggiunto, rappresenta un fiore all'occhiello di questa nostra gestione. Nel 2021 mi aspetto una Coppa con l'Italia? Magari, mi aspetto una crescita di entusiasmo ancora maggiore attorno a questa Nazionale, per quello che ha dimostrato manca questa ciliegina che potremmo individuare in una Coppa. Questi ragazzi la meritano. Con Mancini abbiamo un rapporto molto leale, lui sa che non saremo mai in grado di competere sotto il profilo della dimensione economica con grandi club. Mancini sa che esistono valori e sentimenti che non sono monetizzabili. E la passione e l'amore che lui che ha verso l'Italia e verso questi ragazzi credo che sia già un un compenso che possiamo mettere sul piatto della bilancia per arrivare ad un rinnovo che sono convinto non mancherà".

Il format di Gravina

"Tutti pensano ai playoff. Il mio format è un format diverso di campionati. Che è molto più diverso, molto più articolato e molto più avvincente. Dobbiamo ipotizzare una nuova struttura dei campionati e per fare questo serve un po' una visione da parte di tutti che mi auguro di poter conquistare in tempi rapidi da parte di tutti. Ho qualche idea. Avrò modo di condividerla. Ci sto lavorando. Lo schema c'è, mi piace condividerlo con i miei compagni di cordata. E sono convinto che ci aiuteranno a sbrogliare la matassa che è particolarmente complessa".

Gravina: "Il contratto di Mancini? Nessun problema per noi"
Guarda il video
Gravina: "Il contratto di Mancini? Nessun problema per noi"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti