"Superlega, Boris Johnson sapeva e ha approvato tutto"

Secondo il The Guardian il primo ministro ora è pressato dal governo per chiarire la sua posizione e l'incontro avuto con Ed Woodard dello United
"Superlega, Boris Johnson sapeva e ha approvato tutto"© EPA
TagsSuperLega

Forse Boris Johnson non solo era a conoscenza del progetto Superlega prima che venisse reso ufficiale, ma aveva anche dato il suo ok alla partecipazione dei sei club inglesi (United, City, Tottenham, Arsenal, Chelsea e Liverpool). Lo rivela il The Guardian secondo il quale ora il primo ministro britannico sarebbe sollecitato e starebbe subendo forti pressioni dal governo per chiarire la sua posizione.

Superlega, si scatena la protesta dei tifosi dell'Arsenal
Guarda la gallery
Superlega, si scatena la protesta dei tifosi dell'Arsenal

L'incontro di Johnson con il vicepresidente dello United

Quando è uscita la notizia della Superlega la posizione ufficiale di Johnson è stata da subito quella della condanna a un torneo totalmente esclusivo ed elitario. Inoltre, si è sempre detto sorpreso dell'iniziativa. Stando a quanto si legge sul The Guardian però, Johnson avrebbe avuto nei giorni precedenti alla nascita della Superleague un incontro con il vicepresidente esecutivo del Manchester United, Ed Woodard, il quale avrebbe capito che Johnson fosse a favore del torneo. Ecco perché ora il primo ministro è tenuto a chiarire quanto è accaduto, se fosse veramente a conoscenza del progetto e, soprattutto, se l'avesse appoggiato, salvo poi cambiare idea e schierarsi contro, magari convinto dalla rivolta dei tifosi.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti