Superlega, Al-Khelaifi attacca: "Non difendono i tifosi"

Juve, Barça e Real Madrid, ancora membri della Superleague, incassano le parole del numero del Psg: scopri i dettagli
Nasser Al-Khelaifi (presidente Psg) e Florentino Perez (presidente Real Madrid)© EPA
TagsSuperLegaJuventus

Nata all'improvviso e implosa subito dopo, la Superlega è stata tradita dagli stessi club che inizialmente avevano aderito all'idea di un progetto elitario. Tra le squadre che si sono rifiutate di partecipare c'era anche il Psg di Nasser Al-Khelaifi, che è tornato a parlare della Super League in un'intervista a Agence France Presse: "La Superlega non difende il calcio. Non si può rompere con la tradizione secondo cui qualsiasi squadra può realizzare i propri sogni. Il calcio esiste da tanti anni, la Superlega non aveva a cuore gli interessi dei tifosi. Tutte le squadre devono avere la possibilità di partecipare un giorno alla competizione più importante e tutte sotto l'ala protettrice dell'Uefa. La Campions League è un marchio molto forte che va preservato, ma tutti dobbiamo adattarci al mercato sia nelle competizioni internazionali che nazionali", ha spiegato il presidente del Paris Saint-Germain.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti