L'Arabia Saudita vince, il Qatar esulta

Feste panarabe nel centro di Doha: i due Paesi fino a due anni fa erano fortemente ostili l'uno con l'altro. Ma il miracolo della volpe Renard non è casuale
2 min

di Roberto Maida

INVIATO A DOHA

   

Il re Salman ha regalato al popolo un giorno di festa nazionale, mentre il Qatar si è pitturata di verde: la vittoria dell’Arabia Saudita sconvolge gli equilibri del Mondiale e sancisce, almeno sul piano calcistico, l’alleanza mediorientale. Migliaia di sauditi hanno festeggiato per le strade di Doha l’impresa dei Falchi, capaci di intrappolare l’Argentina con un modello tattico coraggioso ed efficace. Ma con loro c’erano anche tanti qatarini, i vicini di casa, entusiasti per un successo che sentono di condividere. Due torri della città, nel quartiere di West Bay, sono state colorate di verde per tutta la giornata.

   

Adesso per la squadra di Hervé Renard, una volpe come da cognome, si aprono scenari interessanti anche se la parte difficile come sempre è confermarsi: la partita di sabato contro la Polonia sarà un test quasi definitivo per scoprirne il livello di maturità.

   

Ma chi sono i giocatori che hanno rovinato l’esordio di Messi? Il blocco viene dalla squadra più forte e titolata, l’Al Hilal, che ha fornito alla nazionale gli eroi di Lusail, Al Shehri e Al Dawsari. E’ gente che ha sfiorato il calcio d’elite: il centravanti Al Shehri detiene il record di primo saudita ad aver segnato un gol nei campionati europei, con i portoghesi del Beira-Mar. Al Dawsari, che aveva segnato anche a Russia 2018 contro l’Egitto, ha invece nel curriculum una presenza nel Villarreal.

   

Non è facile per loro adeguarsi alla cultura occidentale ma in patria, dove guadagnano stipendi tra i 2 e i 3 milioni di euro, si sono organizzati per raggiungere un buon livello di competitività. Il campionato è fermo dal 16 ottobre: un mese è servito a Renard per preparare lo scherzo.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti