Corriere dello Sport

Calcio Estero

Vedi Tutte
Calcio Estero

Razzismo, tecnico Partizan shock: «Everton Luiz va punito»

Razzismo, tecnico Partizan shock: «Everton Luiz va punito»

Dopo gli insulti razzisti dei tifosi del Rad al giocatore brasiliano del club di Belgrado, uscito in lacrime, il suo stesso allenatore ha detto che merita una sanzione

Sullo stesso argomento

di Nicola Chiappinelli

mercoledì 22 febbraio 2017 11:10

ROMA - Il caso razzismo in Serbia su Everton Luiz si arricchisce di un ulteriore elemento di assurdità: per il suo stesso allenatore, Marko Nikolic, il calciatore meriterebbe infatti una sanzione. La notizia arriva a pochi giorni dalla polemica scoppiata a seguito della gara Rad-Partizan Belgrado, dopo il gesto di reazione del giocatore brasiliano alle offese razziste ricevute dagli ultras di casa (nella cui curva aleggiano simboli di estrema destra), la risposta con minacce della curva e la quasi rissa con alcuni elementi della squadra avversaria. Evento che ha scosso Everton Luiz al punto da fargi lasciare il campo in lacrime.

GESTACCIO - Oggi, quindi, le assurde parole del tecnico del Partizan Belgrado, Nikolic, il quale pensa che il suo calciatore debba essere sanzionato: "Everton non avrebbe dovuto reagire, ma qualcosa ha fatto, giusto? Entrambi i protagonisti della vicenda devono essere puniti". Nikolic ha però un precedente pericoloso, come ricorda il sito di Mundo Deportivo: quando allenava gli sloveni dell'Olimpia Lubiana, arrivò infatti a chiamare un suo giocatore "negro idiota".

Articoli correlati

Commenti