Corriere dello Sport

Calcio Estero

Vedi Tutte
Calcio Estero

Jordi Alba: «Messi il più forte di sempre»

Jordi Alba: «Messi il più forte di sempre»

Il terzino del Barcellona, in visita al Qatar, ha parlato a www.sc.qa e ha sottolineato i progressi del calcio nel paese che ospiterà i Mondiali del 2022.

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

mercoledì 12 luglio 2017 01:56

MILANO - Jordi Alba è entusiasta del rinnovo milionario firmato da Leo Messi: “E’ una notizia molto importante per noi perché lui è il miglior giocatore del mondo della storia. Se posso giocare in squadra con lui, tutto è perfetto. In questa stagione l’obiettivo è vincere più titoli possibili e io mi auguro di giocare il più possibile e il meglio possibile con il nuovo allenatore (Ernesto Valverde, ndr). Tutti partiremo da zero e sono molto eccitato dal vivere una sfida del genere”

QATAR E GIOVANI - Il difensore del Barcellona Jordi Alba, recentemente in visita in Qatar, è rimasto colpito dai progressi fatti per l’organizzazione del Mondiale del 2022. “Ero stato qui qualche anno fa per un’amichevole con la Spagna e da allora ci sono stati parecchi cambiamenti. Sono felice per tutto quello che gli organizzatori della Coppa del Mondo del 2022 hanno fatto finora” ha detto a www.sc.qa durante la sua visita all’Aspire Academy a Doha. “Mi sembra che il Paese stia facendo molto anche per favorire la crescita dei ragazzi che si avvicinano al calcio e spero che in futuro il Qatar possa competere ad alto livello nel mondo del calcio perché questa nazione ama il pallone. Al Mondiale sono pronto a scommettere che gli stadi saranno pieni e che la manifestazione porterà entusiasmo in tutti gli abitanti”. Insieme a Jordi Alba c’erano anche Sergio Busquets e Gerard Piqué. “Xavi - ha proseguito il terzino - mi ha detto che qui ci sono allenatori bravi che possono aiutare i bambini a crescere come calciatori, ma anche come uomini. Il movimento calcistico a Doha è davvero interessante. Ho lavorato alla Masia con il nuovo allenatore del Qatar, Felix Sanchez, e di lui ho fantastici ricordi. Gli auguro il meglio per questo suo nuovo lavoro. E’ un combattente e un vincente oltre che un allenatore intelligente. Non ho dubbi che si toglierà delle soddisfazioni perché porterà qui l’esperienza accumulata negli anni al Barcellona”.

Articoli correlati

Commenti