Emiliano Sala, riprendono le ricerche grazie alla raccolta fondi
© AFPS
Calcio Estero
0

Emiliano Sala, riprendono le ricerche grazie alla raccolta fondi

La somma raggiunta ha superato quota 150mila: le nuove operazioni per trovare l'attaccante argentino, scomparso in aereo nei cieli sopra la Manica, vedranno in azione più di 1800 persone

LONDRA (INGHILTERRA) - Le autorità britanniche hanno deciso di fermarsi giovedì viste le chance «estremamente remote» di trovare sopravvissuti ma i familiari di Emiliano Sala non si arrendono. Sono riprese così questa mattina, nel Canale della Manica, le ricerche del Piper Malibu su cui viaggiava il 28enne attaccante argentino scomparso dai radar lunedì sera. Si tratta di un'iniziativa privata portata avanti dalla famiglia e dagli amici di Sala, grazie a una raccolta fondi che ha superato quota 150 mila euro. Accolto dunque in qualche modo l'appello dei familiari del centravanti, acquistato dal Cardiff nel mercato invernale dopo essersi messo in luce nel Nantes il cui allenatore Halilhodzic ha definito «vergognosa» la scelta da parte delle autorità di interrompere le ricerche. A guidare le operazioni, che vedono in azione più di 1800 persone, lo specialista anglo-americano David Mearns. La durata di queste nuove ricerche non è stata specificata, dipenderà dalle condizioni meteo e dai fondi a disposizione.

(in collaborazione con Italpress)

 

Vedi tutte le news di Calcio Estero

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti