Swansea, protesta contro il razzismo: no ai social per una settimana

Il club gallese ha deciso di non pubblicare post sui principali canali di comunicazione per sette giorni. "Tre nostri giocatori vittime di insulti razziali", dichiara il capitano Grimes
Swansea, protesta contro il razzismo: no ai social per una settimana© Getty Images

SWANSEA (Galles) - Lo Swansea City protesta contro il razzismo sui social, e lo fa boicottando i principali canali di comunicazione online: come riferito dal capitano Matt Grimes, la squadra non utilizzerà per una settimana Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, YouTube, TikTok e Snapchat.

Liverpool, Keita e Alexander-Arnold vittime di insulti razzisti

Diakhaby e le accuse di razzismo, la risposta di Juan Cala

Swansea contro il razzismo: boicottati i social network

Il club gallese, che milita nella Championship inglese,  ha scritto ai CEO di Twitter Jack Dorsey e di  Facebook Mark Zuckerberg per chiedere maggiore attenzione e pene più severe per chi utilizza i canali social per pubblicare messaggi razzisti. "Tre membri della nostra squadra hanno subito insulti razziali nelle ultime settimane e, come squadra e club, volevamo prendere questa posizione mentre chiediamo nuovamente a coloro che sono in prima linea nelle società di social media di attuare un cambiamento che è necessario ora e in futuro", ha detto il capitano dello Swansea Matt Grimes. "Trovo sbalorditivo che si parli ancora di razzismo e abusi di questo tipo. Siamo profondamente consapevoli delle pressioni all'interno del molto del calcio a certi livelli, ma non va sottovalutato il modo in cui tali livelli di abusi possono influenzare qualcuno", ha aggiunto il calciatore.

Caso Diakhaby, Cala si difende: "Mai detto nero di m****"
Guarda il video
Caso Diakhaby, Cala si difende: "Mai detto nero di m****"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti