La storia di Aké e quel gol Champions ultimo regalo al padre malato

A rivelare la triste notizia è stato lo stesso difensore ivoriano che sui social ha scritto una lunga lettera parlando di un giorno che non dimenticherà mai
La storia di Aké e quel gol Champions ultimo regalo al padre malato

Quella contro il Lipsia è una partita che Nathan Aké non dimenticherà mai, nel bene e nel male. Il giovane difensore del Manchester City ha segnato il suo primo gol in Champions League, regalando l'ultima grande gioia a suo papà, che è venuto a mancare proprio nella stessa serata. La notizia è stata data proprio dal calciatore ivoriano che sui social ha scritto una lunga lettera per raccontare la sua strana serata: un mix di gioia che presto si è trasformata in dolore per la perdita del padre Moise.

La lettera di Aké: " Papà sarai sempre nel mio cuore"

"Le ultime settimane sono state le più dure della mia vita, mio padre è stato molto malato e non c'erano più cure possibili". Sono stato fortunato ad avere molto sostegno dalla mia fidanzata, dalla famiglia e dagli amici, inizia così il racconto del difensore del City. "Ieri dopo un periodo difficile ho segnato il mio primo gol in Champions League, e solo pochi minuti dopo si è spento serenamente con mia mamma e mio fratello al suo fianco. Forse doveva essere così, guardarmi giocare lo rendeva sempre orgoglioso e felice. So che sei sempre con me, sarai sempre nel mio cuore e questo era per te papà."  La triste notizia ha colpito molti giocatori, tra cui De Ligt e Mertens, che hanno espresso la propria vicinanza con un cuore. Tra i tanti commenti, c'è anche quello del compagno di squadra, Jack Grealish, che ha scritto: "Sarebbe stato così orgoglioso, fratello".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti