Bundesliga, norme violate: allenatore dell'Augsburg out contro il Wolfsburg

Le restrizioni per il coronavirus valgono per tutti: Herrlich non guiderà la squadra dalla panchina per un dentrifricio e una crema per la pelle
Bundesliga, norme violate: allenatore dell'Augsburg out contro il Wolfsburg
TagsBundesligaAugsburgHerrlich

AUGUSTA (Germania) - Una grossa ingenuità, quella dell'allenatore dell'Augsburg, Heiko Herrlich. Per colpa di un dentifricio e una crema per la pelle, infatti, si perderà uno dei giorni più attesi nella storia del calcio e non solo di quello tedesco. Dopo lo stop forzato di oltre due mesi di tutti i campionati, tutta Europa guarderà la Bundesliga, ma non potrà vedere in panchina il tecnico nel match di sabato contro il Wolfsburg. Il problema è che ha lasciato brevemente l'hotel per andare in un supermarket e acquistare un dentifricio e una crema per la pelle, violando così le norme di isolamento anti-coronavirus stabilite dalle autorità calcistiche tedesche per la ripresa del campionato.

Lo Schalke si prepara al derby con il Borussia Dortmund
Guarda la gallery
Lo Schalke si prepara al derby con il Borussia Dortmund

Bundesliga, Herrlich fermato

Heiko Herrlich ha manifestato tutto il suo rammarico: Ho fatto un errore lasciando l'albergo. Anche se ho seguito tutte le misure di igiene all'uscita e al mio rientro, non sono stato d'esempio per la mia squadra e il pubblico. Sarò quindi coerente e pagherò il mio errore. A causa di questa cattiva condotta, domani non guiderò l'allenamento e non sarò in panchina sabato contro il Wolfsburg". Il club ha fatto sapere quale sarà adesso la procedur: nei prossimi giorni l'allenatore verrà sottoposto a ulteriori test e dopo due esiti negativi potrà tornerà alla guida dell'Augsburg.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti