Liga, il Barcellona batte l'Atletico Madrid: decide Messi

Fondamentale vittoria per i blaugrana, che si aggiudicano il combattutissimo big match con l'Atletico Madrid. Risolve il solito Messi, negli ultimi scampoli
Liga, il Barcellona batte l'Atletico Madrid: decide Messi© EPA
Andrea De Pauli

MADRID (SPAGNA) - Tre punti pesantissimi per un Barcellona a dir poco rivoluzionato, che si impone al Vicente Calderon grazie alle reti di Rafinha e Messi, intervallate dal momentaneo pareggio di Godin

TUTTO SULLA LIGA

RIVOLUZIONE BLAUGRANA - Formazione delle grandi occasioni per l’Atletico che, deciso a vendicarsi per la recente eliminazione dalle semifinali di Coppa del Re proprio per mano del Barça, si ripresenta con il redivivo Oblak tra i pali e pure con  un Godin di nuovo a posto dopo i malanni degli ultimi tempi. Davanti, è ancora attacco tutto francese, con l’affiatata coppia formata da Griezmann e Gameiro, supportata, tra gli altri, anche dal decisamente offensivo Yannick Carrasco. Le sorprese, così, arrivano tutte dal lato dei blaugrana, che si schierano con l’inusuale difesa a tre, formata da Piqué, Umtiti e Mathieu. Messi si piazza tra le linee, lasciando il peso dell’attacco a Neymar, Luis Suarez e Rafinha.

CLASSIFICA LIGA

A VISO APERTO - La prima palla gol della gara capita tra i piedi di Messi, che servito da Luis Suarez, spara sopra la traversa. Il propositivo Atletico replica, appena varcato il quarto d’ora, con Gabi, che trova l’agevole risposta di Ter Stegen. Poi, si sveglia Griezmann, che prima costringe al provvidenziale ripiegamento Umtiti e, poco dopo, obbliga allo spettacolare intervento in volo il reattivo Ter Stegen. I catalani non paiono particolarmente a loro agio con il nuovo schema, ma troverebbero, comunque, il gol con Luis Suarez, che però vede la sua rete invalidata dal signor Matheu Lahoz, che ravvisa un fallo dell’attaccante uruguaiano su Oblak. Si va, così, verso il finale dell’intensa prima frazione, che si chiude con un altro intervento del portierino del Barça, che toglie dai piedi un gol fatto a Koke e con Oblak che neutralizza due chiare occasioni a Messi e Piqué.

RISOLVE MESSI - Reti rinviate alla ripresa, che si apre con un erroraccio di Luis Suarez, che spreca al termine di una sontuosa giocata di Neymar. Dopo un nuovo grande intervento di Ter Stegen sul solito Griezmann, la partita si sblocca finalmente a pochi istanti dallo scoccare del 20’, quando Rafinha sbroglia una caotica mischia in area, trovando il tocco vincente. Simeone non ci sta e getta nella mischia Fernando Torres, che rileva uno spento Yannick Carrasco. Il pari, però, lo trova l’indomabile Godin, sugli sviluppi di una punizione da posizione laterale calciata alla perfezione da Koke. Il risultato pare lasciare tutti scontenti e le squadre, più con il cuore che con la testa, vanno alla ricerca del gol decisivo, che come spesso e volentieri accade, viene trovato da Leo Messi, che al secondo tentativo, dopo una prima respinta alla disperata nei pressi della porta di Savic, insacca alle spalle di Oblak. 20ª rete nel torneo per il capocannoniere del torneo. 

@andydepauli

¡Qué Viva España!

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti