Corriere dello Sport

Liga

Vedi Tutte
Liga

Simeone: «Non ho chiesto a Morata di venire all'Atletico Madrid»

Simeone: «Non ho chiesto a Morata di venire all'Atletico Madrid»
© EPA

Il tecnico chiarisce un'indiscrezione di mercato: «Stavamo solo scherzando. Lacazette? Penso solo all'Eibar»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 5 maggio 2017 15:19

ROMA - «Non ho chiesto a Morata di venire qui, abbiamo scherzato». Meglio chiarire subito e chiudere le indiscrezioni sul siparietto con l'attaccante del Real Madrid andato in scena al Santiago Bernabeu, nel derby valido per la semifinale d'andata di Champions League. Diego Pablo Simeone, nella conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro l'Eibar, archivia la vicenda Morata e si concentra sul suo Atletico Madrid che in casa del Real ne ha presi tre, ma che ora deve pensare a difendere il terzo posto in campionato. Nonostante tutto il "Cholo" ostenta serenità e un umore ottimo dovuti «alla fantastica stagione che stiamo disputando. Questo è stato l'anno più difficile da quando sono qui e il modo in cui stiamo lottando, con tutte le difficoltà che abbiamo avuto, è straordinario. Ora bisogna chiudere al meglio, poi a fine stagione vedremo cosa diranno i numeri. Nel 2017 abbiamo fatto molto bene, dobbiamo continuare così sapendo che i nostri rivali sono sempre più forti e sanno come giochiamo».

«LACAZETTE? PENSO SOLO ALL'EIBAR» - Domani l'Eibar poi la semifinale di ritorno di Champions League. «Penso solo al prossimo impegno che è il più importante, arrivare terzi è un obiettivo fondamentale per il club». Un piazzamento insidiato dal Siviglia di Sampaoli, distante tre punti. «Dipende da noi, dobbiamo penare a vincere le nostre partite». Nessuna voglia di rispondere alle domande di mercato Lacazette? Con tutto il rispetto penso all'Eibar»), la testa è alla sua squadra, reduce dallo 0-3 del Bernabeu. «Noi non siamo né il Real, né il Barcellona, né il Bayern, ma siamo una squadra in continua crescita ormai da anni, queste sono state stagioni straordinarie per la storia dell'Atletico e dobbiamo continuare a lavorare su questa direzione».

Articoli correlati

Commenti