Corriere dello Sport

Liga

Vedi Tutte
Liga

Una tempo per parte: Atletico Madrid-Barcellona finisce 1-1

Una tempo per parte: Atletico Madrid-Barcellona finisce 1-1
© EPA

Primo pareggio per i blaugrana, che dopo aver inanellato sette vittorie consecutive si fanno fermare sull'1-1 dai colchoneros, che si portano avanti con Saul. Di uno scatenato Luis Suarez il pari catalano.

 Andrea De Pauli

sabato 14 ottobre 2017 23:04

MADRID (SPAGNA) - Si chiude con un pareggio il primo big match di Liga tra Atletico Madrid e Barcellona, che si toglie comunque lo sfizio di violare per la prima volta, in Liga, la porta del Wanda Metropolitano difesa da Jan Oblak. Dopo lo sventolio di bandiere spagnole che accolgono i catalani all’ingresso in campo, è una perfetta conclusione dal limite di Saul a sbloccare un primo tempo favorevole ai colchoneros. I blaugrana crescono alla distanza e, nel secondo tempo, riacciuffano un pari più che meritato con Luis Suarez. Niente da fare per Simeone, che non riesce proprio a battere il Barça in Liga, e neppure per Valverde, che rimanda la prima vittoria contro il Cholo a una prossima occasione.

TUTTO SULLA LIGA

GLI SCHIERAMENTI - Formazione ventilata nella vigilia totalmente confermata per Simeone, che si affida alla versione alta qualità del suo tradizionale 4-4-2, con Saul e Yannick Carrasco che completano la mediana con capitan Gabi e Koke, mentre davanti è ancora Angel Correa a far coppia con Griezmann. Valverde risponde con uno schema piuttosto simile, in cui si fa notare il redivivo André Gomes che giostra sulla destra, a fianco di Rakitic e Busquets, mentre è Iniesta a svariare, in realtà decisamente più accentrato, sul fronte opposto. In attacco tocca ancora a Messi e Luis Suarez, reduci dalla conquista del biglietto a Russia 2018 con Argentina e Uruguay.

LA PENNELLATA DI SAUL - Neanche un giro di lancette e lo scatenato Messi, galvanizzato dalla recente tripletta all’Ecuador, sfiora il vantaggio al termine di una percussione in area. Qualche minuto e tocca a Iniesta impensierire Oblak, che neutralizza il tiro a giro senza patemi. Assorbito l’impeto iniziale dei blaugrana, l’Atleti risponde con un’improvvisa girata di Griezmann, che obbliga alla grande parata a mano aperta Ter Stegen. Pochi istanti e il duello si ripete, con il portierino tedesco che ci mette un’altra pezza. Nulla, però può l’estremo difensore ospite su una pennellata dal limite di Saul, che al 21’ porta avanti i colchoneros.

CI PENSA SUAREZ - Una volta avanti i ragazzi di Simeone cedono il possesso palla al Barça, per agire di rimessa. Situazione che i blaugrana, lenti e prevedibili, non riescono a sfruttare a dovere. A risvegliare i catalani, al 10’ della ripresa, è una botta paurosa di Suarez, respinta con i pugni da Oblak. Un paio di minuti ed è il palo a negare il pari a Messi, che ci prova direttamente da calcio piazzato. La Pulce ci riprova con un velenoso diagonale, respinto dal solito Oblak, che poi si supera su un destro di Luis Suarez. Il portiere locale, però, non può nulla al 37’, su un perfetto stacco dello stesso Pistolero, che così insacca il primo gol ospite di campionato nel nuovo Wanda Metropolitano. 3º gol nel torneo per il Pistolero, che allo scadere giunge con un fotogramma di ritardo su un centro dalla sinistra di André Gomes. L’Atleti termina con un po’ di fiatone, ma il pari è tutto sommato giusto.

@andydepauli

Articoli correlati

Commenti