Corriere dello Sport

Liga

Vedi Tutte
Liga

«Ronaldo spaventa il Real: vuole una clausola da 100 milioni»

«Ronaldo spaventa il Real: vuole una clausola da 100 milioni»
© Acero/AlterPhotos/ABACA

Secondo il Daily Record «il portoghese paga i difficili rapporti con il presidente Florentino Perez: Manchester United e Psg ci provano»

 

sabato 30 dicembre 2017 13:29

ROMA - Sirene allertate per una notizia che sa di clamoroso. Stando a quanto riporta il tabloid inglese Daily Record Cristiano Ronaldo ha in mente una strategia per lasciare anzitempo il Real Madrid. Quale? «Chiedere al suo club di essere ceduto per 100 milioni di euro (89 milioni di sterline)». Attualmente il portoghese ha un contratto firmato a novembre 2016 per le 5 stagioni successive. Stando così le cose, la clausola per strappare la stella portoghese al Real prima del 2021 è posta a 1 miliardo di euro (887 milioni di sterline). La notizia ovviamente mette all'erta le contendenti, che rimangono comunque poche, non per la indiscussa qualità del 5 volte Pallone d'Oro ma per le cifre spropositate destinate prima all'acquisto e poi al conseguente contratto che ne dovrebbe derivare: «Manchester United e Psg sarebbero pronte all'assalto».

CAUSA - «La relazione di Ronaldo con Florentino Perez è pericolosamente a rischio: alcune fonti vicine al calciatore affermano che il portoghese non voglia neanche parlare con il suo presidente. Motivo del dissidio sarebbe il malcontento del 32enne nato dalla mancata promessa mantenuta da parte del numero 1 del club madrileno sul miglioramento dei suoi termini finanziari». Lo stipendio del più forte giocatore al mondo in circolazione è stato eclissato da Lionel Messi e Neymar. CR7 non ha dubbi su questo: «Sono il miglior giocatore della storia», ha dichiarato in un'intervista a France Football per celebrare il successo del Ballon d'Or di quest'anno. «Rispetto tutti ma non ho mai visto giocatori migliori di me. L'ho sempre pensato. Nessun calciatore può fare le cose che posso fare io. Non c'è giocatore più completo di me. Gioco bene con entrambi i piedi, sono veloce, potente, bravo di testa, segno goal e faccio assist. E nessuno ha vinto tanti trofei individuali come me».

Articoli correlati

Commenti