Barcellona, tanti errori ma è comunque vittoria sul Valladolid
© Getty Images
Liga
0

Barcellona, tanti errori ma è comunque vittoria sul Valladolid

Ritorno al successo per i blaugrana, che dopo due pareggi riescono a imporsi sulla squadra di Daniele Verde. È sufficiente un rigore di Messi, che in una ripresa caratterizzata da un numero incredibile di errori sotto porta dei ragazzi di Valverde, fallisce un secondo tentativo dal dischetto.

BARCELLONA (SPAGNA) - Dopo due pareggi contro Valencia e Athletic Bilbao, un Barcellona incredibilmente impreciso sotto rete torna, comunque, al successo imponendosi di misura sul Valladolid del presidente Ronaldo il Fenomeno. Vittoria che arriva grazie a un rigore di Messi, che negli ultimi scampoli della gara fallisce il raddoppio con il suo secondo tentativo dagli undici metri della serata. Tanto basta ai catalani per ricacciare il Real Madrid a -9, in attesa del confronto dei blancos con il Girona di domani.

TUTTO SULLA LIGA

ROTAZIONI - Il denso calendario, che fissa per il Barça ben otto appuntamenti nell’arco dei prossimi trenta giorni, consiglia a Valverde un corposo turn-over. La panchina blaugrana, così, finisce per accogliere i vari Luis Suarez, Rakitic, Coutinho, Nelson Semedo e Lenglet, che con ogni probabilità partiranno tutti tra i titolari nella sfida Champions di Lione di martedì prossimo. Ne consegue la partenza dal primo minuto, tra gli altri, dei non troppo abituali Vermaelen, Aleñà e Kevin Prince Boateng, che completa l’attacco con Messi e Dembelé. Sergio Gonzalez risponde con la congeniale linea difensiva a tre e con l’italiano Daniele Verde sulla trequarti, alle spalle di Enes Unal e Sergi Guardiola.

CECCHINO - Fin dal primo minuto la palla è costantemente tra i piedi dei padroni di casa, che però faticano terribilmente a produrre occasioni degne di nota. Il primo a rendersi pericoloso, attorno al 10’, è Boateng, che ci prova con un diagonale bloccato a terra dall’ex Masip. Il tentativo successivo dei ragazzi di Valverde arriva una buona mezz’ora dopo, con una percussione per vie centrali di Messi, che spara a pochi centimetri dal palo. Il risultato si sblocca a una manciata di minuti dal termine, con Leo che realizza dal dischetto un rigore guadagnato da Piqué per un ingenuo fallo di Michel. E sono già 22 i gol in campionato per la Pulce. Il centrale blaugrana, nell’ultima giocata della prima frazione si rende nuovamente protagonista, anticipando sul più bello Enes Unal, che già si pregustava il possibile pareggio.

SPRECONI - Se nel primo tempo le occasioni si erano viste con il contagocce, la ripresa si rivela un vero e proprio tiro al bersaglio per i campioni di Spagna, che sprecano l’inverosimile con Boateng e, soprattutto, con Luis Suarez, che prende il posto dell’ex Milan e Sassuolo al quarto d’ora della ripresa. L’occasione più ghiotta, però, capita al 40’ a Messi, che ha la possibilità di completare una doppietta con un secondo rigore, che però si fa respingere da Masip, lestissimo a bloccare anche la ribattuta della Pulce. Si chiude, così, con una striminzita vittoria di misura per i catalani, che comunque basta e avanza per rispedire a -9 il Real, che domani ospita il Girona.

@andydepauli

Vedi tutte le news di Liga

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti