Atletico Madrid, ko a quattro giorni dalla Juventus
© Getty Images
Liga
0

Atletico Madrid, ko a quattro giorni dalla Juventus

Serata da dimenticare per i colchoneros, che escono sconfitti dal rimodernato Anoeta di San Sebastian. Per la Real Sociedad a segno Odegaard e Monreal. Paura per Oblak, uscito a mezz’ora dal termine dopo aver subito un colpo al volto.

SAN SEBASTIAN (SPAGNA) - Inaspettato scivolone per la capoclassifica Atletico Madrid, che a quattro giorni dal big match di Champions del Wanda Metropolitano con la Juventus, si arrende alla sbarazzina Real Sociedad. I colchoneros, privi del convalescente Morata, nella ripresa incassano le reti di Odegaard e Monreal. Da verificare le condizioni di un arrabbiatissimo Jan Oblak, costretto a lasciare il campo dopo il raddoppio dei baschi per un colpo al volto.

TUTTO SULLA LIGA

SBILANCIATI - Avanti tutta per Simeone, che risparmia la trasferta del rimodellato Anoeta al convalescente Alvaro Morata, che comunque pare poter recuperare in tempo per la sfida da ex con la Juventus, ma se la gioca comunque con tutta l’artiglieria. Nell’undici iniziale, infatti, si fa notare la coppia offensiva formata da Diego Costa e Joao Felix, spalleggiata sulle fasce da Lemar e dal pimpante Vitolo, reduce da due reti nelle prime tre uscite di Liga. Esterni alti che, spesso e volentieri, vengono doppiati dagli arrembanti nuovi acquisti Trippier e Renan Lodi. Imanol Agaucil risponde con le tre mezzepunte di talento Portu, Odegaard e Oyarzabal alle spalle di Isaak.

Sarri: "Atletico? Giocare a temperature più basse ci favorirà"

SOTTOTONO - Partita complicata fin dalla prima frazione per i colchoneros, che al 24’ devono accendere un cero a San Oblak, che neutralizza miracolosamente una deviazione ravvicinata dell’attivissimo Oyarzabal. I ragazzi del Cholo rispondono con un colpo di testa di Koke che sfiora l’incrocio. Il tecnico argentino non apprezza troppo lo spettacolo e, nella ripresa, si ripresenta con Marcos Llorente per Lemar, alla ricerca di un po’ di equilibrio in più, poi concede spazio anche al milanista mancato Angel Correa, che rileva un affaticato Joao Felix, che verrà più utile per lo scontro diretto di Champions con la Juventus.

Simeone-Pereyra, nozze da sogno in Toscana!

PAURA OBLAK - A pochi istanti dall’uscita di scena del gioiellino portoghese, però, ecco il vantaggio dei baschi, che poco prima del quarto d’ora passano con il talentino Odegaard, che trova l’aiuto di un tocco determinante dell’ex Fiorentina Savic che non lascia scampo a Oblak. Qualche giro di lancetta e arriva anche il raddoppio dell’esperto Monreal, che sugli sviluppi di una giocata a palla ferma, insacca da due passi. Nell’occasione riceve un colpo al volto Obalk, che rimane a lungo nel suolo. Il portiere sloveno, dopo un po’ si rialza, ma lo staff medico e capitan Koke, non senza difficoltà, lo convincono a lasciare il posto al vice Adan. Meglio non rischiare, con la Juventus all’orizzonte, anche se le condizioni dell’estremo difensore, che non avrebbe perso conoscenza in nessun momento, ma che pareva un po’ intontito, vanno verificate con cura in vista del debutto in Champions con i bianconeri di mercoledì prossimo.

@andydepauli

Tutte le notizie di Liga

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti