Liga
0

Real Madrid, solo un pari con la Real Sociedad di David Silva

Partenza con il freno a mano tirato per gli spuntati blancos, che riescono a rendersi pericolosi solo con un Benzema non proprio in palla. Tra i locali, debutto per il laziale mancato David Silva, che ha smaltito il coronavirus e ha disputato la mezz’ora finale

Real Madrid, solo un pari con la Real Sociedad di David Silva
© Getty Images

SAN SEBASTIAN (SPAGNA) - Mezzo passo falso, nel debutto in Liga, per i campioni uscenti del Real Madrid, che non vanno oltre a un pari a  reti bianche ad Anoeta. Con diverse defezioni in attacco, i blancos creano poche occasioni, tutte con Benzema, che però non vive la miglior serata della carriera. Tra i locali, debutto in campionato per il laziale mancato David Silva, che disputa la mezz’ora finale.

Risultati e classifica Liga

CONTRATTEMPO - Viaggio movimentato per il Real Madrid, che a causa di un avaria del sistema idraulico dell’aereo che doveva portarlo direttamente a San Sebastian, è costretto a cambiare volo e finisce per atterrare a Vitoria. Il tragitto dall’aeroporto del capoluogo dei Paesi Baschi all’hotel che li ospita, in attesa del definitivo trasferimento ad Anoeta, invece, avviene in autobus, con i blancos che giungono in città a sole sei ore dal fischio d’inizio e si vedono costretti ad accorciare sensibilmente i tempi dell’abituale routine prevista per le gare esterne.

GLI SCHIERAMENTI - Più che gli imprevisti di viaggio, però, sono le contemporanee assenze degli acciaccati Asensio, Hazard e Isco a crucciare Zidane, che salutati Bale e James Rodriguez, emigrati in Inghilterra, ricostruisce la linea offensiva con Rodrygo, l’ex Odegaard e Vinicius Jr alle spalle dell’intoccabile Benzema. Il collega Imanol Alguacil, che la scorsa settimana era partito col pareggio di Valladolid, trattiene inizialmente in panchina il colpo estivo David Silva, reduce dal coronavirus, per scommettere su un ordinato 4-4-2, con Isak e Oyarzabal come referenti offensivi.

Real Madrid, Bale e James contro Zidane

A SALVE - Il Real, fin dai primi scampoli, prende in mano il pallino del gioco, ma per il primo tentativo di Benzema, un tiro centrale senza troppe pretese, deve attendere un quarto d’ora. La gara si accende nel finale della prima frazione, quando lo stesso attaccante lionese spreca malamente due propizie occasioni da rete. I baschi, nel finale, rispondono con un doppio tentativo, nel giro di pochi secondi, di Isak, ma prima un gran intervento di Courtois, poi la scarsa mira dell’attaccante svedese fanno sì che il risultato non si schiodi dal nulla di fatto.

NON SI SCHIODA - La ripresa si apre con un diagonale fuori di un soffio dell’attivissimo Ander Barrenetxea. Poi, il signor Martinez Munuera risparmia la seconda ammonizione a Mendy, dopo una dura entrata sul guizzante Portu. Appena varcata l’ora di gioco entra in scena David Silva, che rileva Isak. Zidane risponde con un triplo cambio, che prevede l’uscita degli opachi Odegaard, Modric e Rodrygo per Casemiro, Fede Valverde e il debuttante Marvin. La gara, però, va comunque spegnendosi, senza grossi lampi. Solo un pari per i blancos, che sabato prossimo visitano il nuovo Betis Siviglia di Manuel Pellegrini, che guida il torneo a punteggio pieno, in coabitazione con il Granada.

@andydepauli

Tutte le notizie di Liga

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti