Liga
0

Covid, il Real Madrid pronto a tagliare gli stipendi del 20%

Riduzioni drastiche a causa della pandemia. Presto una riunione tra il presidente Perez e i sindacalisti della squadra, guidati da Sergio Ramos che ha il contratto in scadenza a giugno e piace al Psg 

Covid, il Real Madrid pronto a tagliare gli stipendi del 20%
© Getty Images

A causa della pandemia, il Real Madrid sta valutando la possibilità di tagliare gli stipendi in modo drastico, almeno del 20%, come scrive il giornale spagnolo “Mundo Deportivo”. Una riduzione che riguarderà tutti: da Sergio Ramos a Marcelo, da Hazard a Benzema. Imminente una riunione tra il presidente Florentino Perez e i sindacalisti della squadra. La delegazione sarà guidata dal capitano Sergio Ramos, 34 anni, che ha il contratto in scadenza a giugno del 2021. Il difensore, nelle sue interviste, ha sempre espresso il desiderio di concludere la carriera nel Real: sedici stagioni con i “blancos”, ventidue trofei (tra cui quattro Champions), una storia d’amore nata nel 2005, quando Sergio Ramos fu scoperto nel Siviglia.

Il capitano vuole rimanere e punta a un accordo fino al 2023, mentre Perez è orientato a offrirgli solo un anno. L’altro ostacolo è di natura economica: il Real Madrid deve ridimensionare il monte ingaggi e durante il mercato estivo non ha speso neppure un euro, limitandosi a riportare a casa il giovane trequartista norvegese Martin Ödegaard. I milioni incassati, invece, sono stati 98, grazie alle cessioni di Hakimi all'Inter e Reguilon al Tottenham. Sergio Ramos, nel 2018, aveva rinunciato a un ingaggio favoloso e alla possibilità di giocare in Cina: a fermarlo era stato proprio Perez, dopo un colloquio negli uffici dell’ACS Group. Il difensore spera di trovare un’intesa prima di Natale: gli agenti, tra i quali figura suo fratello René, hanno avuto contatti con il Paris Saint Germain. E in Spagna non escludono l’inserimento della Juve.

Tutte le notizie di Liga

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti