Incredibile in Spagna, perde anche il Barcellona!

A un paio d’ore dalla sorprendente sconfitta interna del Real con il Cadice, i blaugrana trovano la prima battuta d'arresto della nuova era Koeman a Getafe. Decide un rigore di Jaime Mata. Ancora un erroraccio sotto porta per Griezmann.
© EPA
Andrea De Pauli

MADRID (SPAGNA) - Prima sconfitta per il nuovo Barça di Ronald Koeman, che si arrende al Getafe e spreca, così, la ghiottissima occasione di guadagnare 3 punti secchi sul Real, sconfitto a sorpresa, un paio d’ore prima, dalla neopromossa Cadice. Risolve tutto un rigore di Jaime Mata. Nuova prestazione negativa per l’oggetto sempre più misterioso Griezmann, protagonista della settimana blaugrana per la sua polemica a distanza con Koeman. Tra una settimana esatta, al Clasico del Camp Nou, pertanto, arriveranno due rivali ferite, desiderose di rivalsa. Ma prima, ad entrambe le big di Spagna, toccherà esordire in Champions League, con i catalani che ospitano il Ferencvaros e i blancos che se la vedono con lo Shakhtar.

TUTTO SULLA LIGA

SORPRESE - Per il primo impegno di un tour de force che vedrà il Barça disputare 7 partite in appena 23 giorni, tra cui il Clasico e la trasferta Champions con la Juventus, Ronald Koeman decide di proporre un paio di cambi significativi all’undici base. Oltre all’infortunato Jordi Alba, così, mancano almeno inizialmente all’appello anche Ansu Fati e Coutinho, con la conseguente apparizione del baby Pedri e del redivivo Ousmane Dembelé. José Bordalas risponde col suo scorbutico 4-4-2, con il Cucho Hernandez prescelto come spalla di Jaime Mata.

Cristiano Ronaldo, a rischio la sfida con Messi
Guarda il video
Cristiano Ronaldo, a rischio la sfida con Messi

L’ERRORACCIO - Complice la fitta ragnatela filata dei padroni di casa, la gara fatica a decollare e le occasioni latitano. Al primo vero assalto, però, i catalani sfiorano subito il vantaggio, con Messi che coglie in pieno il palo, su assist del nuovo rinforzo Sergiño Dest. Alla mezz’ora, ci riprova Lenglet, ma la sua zampata sugli sviluppi di un calcio piazzato trova la risposta di David Soria. Pochi istanti e l’ispirato Pedri mette Griezmann solo soletto davanti al portiere di casa, ma il francese spara altissimo per la disperazione di Koeman, a conferma della scarsa mira dell’ex Atletico Madrid quando indossa la maglia del Barça, a differenza di quanto accade ultimamente con la Nazionale francese. Allo scadere della frazione, poi, il signor Soto Grado si perde una gomitata di Nyom in pieno volto a Messi.

L’EPISODIO - Ad inizio ripresa, la gara si sblocca. Djené crolla in area dopo un contatto con Frenkie de Jong e per il direttore di gara non ci sono dubbi. Rigore, che trasforma freddamente Jaime Mata. Koeman, così, decide di giocarsi le carte Coutinho e Ansu Fati, che rilevano l’impalpabile Dembelé e lo sbarazzino Pedri. Nei minuti successivi entrano in scena anche Trincao e Braithweit, ma sono gli azulones a sfiorare il raddoppio con il Cucho Hernandez che si vede deviare sulla traversa il tiro del possibile raddoppio da Neto. Il Barça chiude disperatamente in avanti, ma proprio non è serata, come conferma l’involontario tentativo di autorete di Djené, che trova la traversa, all’ultimissima giocata. Prima sconfitta della nuova era Koeman. Ma non c’è tempo per buttarsi giù, con la sfida Champions col Ferencvaros all’orizzonte e il Clasico della prossima settimana.

@andydepauli

Commenti