Messi è di nuovo felice e il Barcellona vola: 3-0 a Valladolid

Successo in scioltezza per i blaugrana, che trascinati dall’attivissimo argentino, mantengono invariato il ritardo di 8 punti dalla capolista Atletico Madrid, vittorioso in prima serata sulla Real Sociedad
Messi è di nuovo felice e il Barcellona vola: 3-0 a Valladolid© Getty Images
Andrea De Pauli

VALLADOLID (SPAGNA) - Strameritata vittoria al José Zorrilla di Valladolid per un Barça spumeggiante, che finisce per imporsi con un 3-0 che avrebbe potuto essere anche più ampio. Migliore in campo, Leo Messi, che spalleggiato da Pedri e Frenkie de Jong, conferma con i fatti la ritrovata serenità e convinzione di lottare per tutti gli obiettivi che aveva manifestato nel corso di questa settimana. Decidono la gara, le reti di Lenglet, Braithwaite e dello stesso argentino. Blaugrana sempre a -8 dalla vetta, occupata dall’Atletico Madrid che, in serata, si è imposto nello scontro diretto con la Real Sociedad. Domani tocca al Real Madrid, che ospita l’insidioso Granada, rivale di Europa League del Napoli.

Valladolid-Barcellona 0-3

FELICITÀ - Messi ha ritrovato la felicità smarrita la scorsa estate, come candidamente ammesso dal diretto interessato, nelle ultime ore davanti alle telecamere di LaSexta, e tutto il Barça ne trae giovamento. Ancor di più se Koeman gli ridisegna attorno un undici che non contempla la presenza degli opachi Griezmann e Coutinho degli ultmi tempi, a favore del pimpantissimo Pedri e dell’onesto lavoratore offensivo Braithwaite, che apporta l’adeguata profondità. 

UNO DUE BLAUGRANA - E così, dopo un tiro a giro del genio di Rosario e un secondo tentativo, che l’ex Masip toglie dall’incrocio, a metà frazione arriva lo strameritato vantaggio blaugrana, che sblocca con Lenglet, servito dallo scatenato argentino. Il centrale francese, schierato nell’occasione in una linea a tre insieme a Ronald Araujo e Mingueza, festeggia esibendo la maglia del compagno Moussa Wagué, ora in prestito al Paok Salonicco, vittima di un serio infortunio al ginocchio che lo terrà fuori per diversi mesi. Varcata la mezz’ora, un tocco illuminante di Leo libera Dest, che da fondo campo serve su un vassoio d’argento la palla del raddoppio a Braithwaite, che non si fa pregare.

LA PERLA DI LEO - Nella ripresa, con l’affiatata coppia formata da Pjanic e De Jong in regia, il Barça continua a divertirsi e, attorno al 20’, trova il tris grazie a una spettacolare giocata che si chiude con un colpo di tacco dell’ispiratissimo Pedri, che apre un ghiottissimo corridoio a Messi, che insacca la sua 7ª rete personale nel torneo. Poi entra in scena, per la prima volta, anche Ter Stegen, che neutralizza un tiro pauroso di Orellana. Negli ultimi scampoli, infine, il subentrato Coutinho e l'indomabile Messi colgono, nel giro di pochi secondi, il medesimo palo. Iniezione di fiducia per i catalani, che dopo Natale sono attesi dalla gara interna con l'Eibar.

Classifica Liga

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti