Il Real Madrid di Ancelotti ribalta il Valencia e vola in vetta

Successo in rimonta per i blancos, che grazie alle alchimie tattiche di Ancelotti, negli ultimi minuti di gioco, rimonta con Vincius e Benzema l’illusoria rete dell’ex Hugo Duro
Il Real Madrid di Ancelotti ribalta il Valencia e vola in vetta© Getty Images
Andrea De Pauli

VALENCIA (SPAGNA) - Nuovo capolavoro tattico di Ancelotti, che con i suoi cambi fa suo lo scontro diretto del Mestalla e, di conseguenza, anche la vetta solitaria della Liga. A quattro giorni dal successo corsaro di San Siro, i blancos s’impongono sul gagliardissimo Valencia di José Bordalas grazie alle due reti, nei minuti finali, dei soliti Vinicius e Benzema, che ribaltano l’illusorio gol levantino dell’ex Hugo Duro. Domani tocca al Barça, impegnato nel posticipo col Granada.

Valencia-Real Madrid 1-2

Quanti ko

Grande equilibrio, alta intensità e diversi infortuni caratterizzano il primo tempo della sfida d’alta classifica tra il Valencia e il Real Madrid. Già privo di Cheryshev e di Gayà, il tosto Bordalas, nella prima mezza frazione vede crollare al suolo, per problemi muscolari, l’essenziale Carlos Soler e il pimpante Thierry Correia, rilevati da Yunus Musah e Toni Lato. Sul fronte opposto, i blancos, orfani di Mendy, Kroos e Bale, perdono alla mezz’ora pure Carvajal, sostituito da Lucas Vazquez. Per le occasioni da gol, invece, tocca attendere il finale di tempo, quando Courtois para d’istinto una capocciata ravvicinata di Gabriel Paulista e, negli ultimissimi scampoli, Maxi Gomez sfiora il bersaglio grosso direttamente da calcio di punizione.

Ancelotti: "Primo o secondo posto cambia poco"
Guarda il video
Ancelotti: "Primo o secondo posto cambia poco"

Il sorpasso

Decisamente più aperta la ripresa, che si apre subito con un Valencia arrembante, che nel giro dei primi dieci minuti si rende pericolosissimo con due tentativi dell’ex Hugo Duro, intervallati da un bolide pauroso di Gonçalo Guedes, che sorvola di poco la traversa. Appena varcato il 20’, lo sforzo offensivo dei levantini trova premio nella rete dell'attivissimo Hugo Duro, che segna con una rasoiata che non lascia scampo al portiere belga. A questo punto, Ancelotti mette mano al suo Real e con i suoi accorgimenti tattici e gli inserimenti dei vari Rodrygo, Camavinga, Isco e Jovic, alza il baricentro della squadra e, nel concitato finale, trova prima il pari con Vinicius e poi la rete del definitivo sorpasso con Benzema. 6 gol in Liga  per il francese, 5 per il brasiliano e Real solo soletto in vetta al classifica.

Classifica Liga

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti