Il Barcellona si assicura un posto in Champions League

Un gol da cineteca di Jordi Alba, trovato negli ultimissimi scampoli della gara, permette ai blaugrana di battere per 2-1 il Betis Siviglia e di entrare nell'Europa che conta
Il Barcellona si assicura un posto in Champions League
Andrea De Pauli

SIVIGLIA (SPAGNA) - Missione compiuta per il Barça, che grazie a una spettacolare volée di Jordi Alba, negli ultimissimi scampoli, fa suo lo scontro diretto con il Betis e si assicura un posto nella prossima Champions League. Gara che si chiude sul 2-1, in virtù delle precedenti reti del subentrato Ansu Fati a cui risponde l’ex Bartra, che aveva regalato il momentaneo pari ai ragazzi di Manuel Pellegrini. Con questo successo, i catalani rispediscono i biancoverdi, quinti in classifica, a 11 lunghezze di distanza, quando rimangono solo 9 punti in gioco.

Betis-Barcellona 1-2

Pasillo sì, pasillo no

Colpo d’occhio da urlo, al Benito Villamarin, che accoglie con un’ovazione l’ingresso in campo del Betis, che lo scorso 23 aprile si è aggiudicato la 120ª edizione della Coppa del Re, imponendosi ai rigori sul Valencia. In uno scenario festante, tutto bianco e verde, il Barça ha concesso volentieri ai rivali di serata il tradizionale pasillo, la passerella d’onore ai trionfatori che ha scatenato il dibattito a Madrid, dopo la conferma che l’Atletico, domani sera, non ha alcuna intenzione di ripetere il rituale nei confronti dei cugini del Real, freschi di conquista della 35ª Liga. “Tutto il nostro rispetto per il Real, ma rispettiamo ancor di più la nostra gente”, la franca spiegazione del Cholo Simeone, che segnala come quello che inizialmente veniva considerato uno spontaneo gesto di tributo, ora sia avvertito come un’umiliazione imposta dall’alto.

A viso aperto

Segue una partita intensa, giocata a viso aperto, con in palio la partecipazione alla prossima Champion League. La possibilità di mantenere vivo il sogno per il Betis, addirittura la certezza matematica di partecipare alla Coppa dei Campioni della stagione che verrà per il Barça, che al fischio d’inizio vanta 8 punti in più degli andalusi. Privo degli indisponibili Ter Stegen, Piqué e Pedri, i balugrana rischiano di farsi sorprendere, nei primissimi scampoli, da Juanmi, che fallisce il pallonetto davanti a Neto. Al quarto d’ora, l’ex Claudio Bravo finisce ko e cede il posto a Rui Silva, che subito dopo si supera, deviando sulla traversa un colpo di testa a botta sicura di Araujo. Poco prima della mezz’ora, Guido Rodriguez pareggia il conto dei legni, con un improvviso destro dal limite che cogli in pieno il palo.

Barca, tutto su Lukaku se saltano Haaland e Lewandowski
Guarda il video
Barca, tutto su Lukaku se saltano Haaland e Lewandowski

Un gol che vale la prossima Champions

Il copione non cambia nella ripresa, con le occasioni che continuano a fioccare su entrambi i fronti. Tra i più attivi, Dembelé, che dopo una decina di minuti scuote l’esterno della rete. Non gli è da meno il vivacissimo Juanmi, che una decina di minuti dopo impegna severamente Neto, con una deviazione ravvicinata su centro di Alex Moreno. Alla mezz’ora, spreca una ghiotta occasione Ferran Torres, che poco dopo viene sostituito da Ansu Fati. Appena due minuti e il gioiellino blaugrana trova il modo di sbloccare la gara, con un destro maligno dal limite che inganna completamente Rui Silva. Subito dopo, però, arriva l’immediato pareggio dell’ex Bartra, sugli sviluppi di una giocata a palla ferma. I blaugrana, non ci stanno e, nell’ultima giocata, fissano il definitivo 2-1 con una spettacolare volée di Jordi Alba. Gol che rafforza il secondo posto in classifica e certifica matematicamente la partecipazione alla prossima Champions League per i catalani.

CLASSIFICA LIGA

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti