Ligue 1
0

Lione, furia Aulas: lettera aperta al governo francese!

Il presidente del club di Ligue 1 ha scritto al premier e al ministro dello sport per riconsiderare la fine del campionato: “Tutti i principali tornei stanno ripartendo, noi invece rischiamo una crisi economica e sociale senza precedenti”

Lione, furia Aulas: lettera aperta al governo francese!
© EPA

Per Jean Michel Aulas il 2 giugno potrebbe essere il giorno della rinascita anche per il calcio. “In quella data in Francia avverrà un processo di apertura graduale perché sarà possibile recarsi nei luoghi di culto o persino votare alle elezioni comunali. Utilizzando i protocolli sanitari che vengono applicati nei principali campionati europei, potremmo concludere la stagione a luglio e agosto” scrive il presidente del Lione nella lettera aperta indirizzata al primo ministro Edouard Philippe e al ministro dello sport Roxana Maracineanu. La Ligue 1 è stata chiusa definitivamente con il titolo assegnato al Psg. 

Aulas furioso: "Lo stop alla Ligue 1 è un'idiozia"

Aulas: “Potremmo perdere 900 milioni”

Un pensiero, quello del presidente del Lione, strutturato in tre parti. La prima riguarda il periodo compreso tra il 21 aprile e il 1° maggio dove viene presa in esame la cronologia degli eventi e Aulas reputa “una decisione affrettata” la scelta di interrompere il campionato. Nella seconda parte si parla di complotto: “Secondo il governo, la Ligue 1 è stata fermata da alcuni dirigenti del calcio francese per interessi particolari. Lo Stato potrebbe assumersi le proprie responsabilità di fronte al colossale deficit dei club, che va dai 700 ai 900 milioni di euro. Su 55 paesi membri della Uefa, oltre 20 hanno già deciso di riprendere il campionato e solo 7 hanno deciso di fermarsi definitivamente. Tutti gli altri stanno studiando le condizioni per la ripresa. La Francia è l’unica tra i 7 maggiori campionati europei ad aver optato per lo stop”. 

Lione, Aulas furioso: "Giocano tutti tranne la Ligue 1. Il calcio francese morirà"

Aulas: “Giochiamo in estate”

Come fa adesso la Francia a non veder svalutato il proprio calcio professionistico? La Bundesliga è tornata in campo, la Liga lo farà l’8 giugno, Italia, Russia e Portogallo hanno iniziato con gli allenamenti di gruppo e l’Inghilterra lavora alla ripresa dopo il 19 giugno. Le decisioni prese dal calcio francese sono state finora contestate da diverse società professionistiche e amatoriali. Una fine definitiva della stagione porterebbe il nostro calcio a una crisi economica e sociale senza precedenti - si legge nella terza parte -. Il 2 giugno rappresenti l’opportunità di una ripresa graduale, l’occasione per correggere gli errori fatti con l’adozione di un protocollo sanitario che porti prima agli allenamenti e poi al ritorno in campo, nei mesi di luglio o agosto”.

Tutte le notizie di Ligue 1

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

LIGUE 1 - 5° GIORNATA
VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020
Lille - Nantes 2 - 0
SABATO 26 SETTEMBRE 2020
S.Etienne - Rennes 17:00
Marsiglia - Metz 21:00
DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020
Bordeaux - Nizza 13:00
Angers - Brest 15:00
Digione - Montpellier 15:00
Monaco - Strasb. 15:00
Nîmes - Lens 15:00
Lorient - Lione 17:00
Reims - PSG 21:00