Neymar, messaggi volgari durante Barcellona-Psg: ora rischia grosso

L'asso brasiliano, ai box per infortunio, ha commentato su Twitter la gara dei compagni usando parole forti: possibile squalifica in Champions
Neymar, messaggi volgari durante Barcellona-Psg: ora rischia grosso© EPA
TagsNeymarpsgBarcellona

Serata sul divano con il telefono in mano, per Neymar, che è stato costretto a saltare il match di Champions al Camp Nou. Il suo Psg ha comunque stravinto la sfida contro il Barcellona, che inizialmente era andato in vantaggio con un rigore realizzato da Leo Messi, ex compagno di squadra del brasiliano e suo grande amico. Nonostante questo, O Ney non si è trattenuto dallo sfogare tutta la sua rabbia per un penalty - a suo dire - inesistente e ingiusto. "Quel rigore è una barzelletta", il suo commento su Twitter cancellato dopo poco. Per festeggiare la prima rete di Mbappé ha poi aggiunto:"Gol, c***o", che invece risulta ancora visibile.

Neymar, che esultanza al gol di Mbappé!
Guarda il video
Neymar, che esultanza al gol di Mbappé!

Neymar, a rischio squalifica per due turni

I suoi commenti non proprio eleganti hanno creato un gran clamore, non solo sui social. Neymar ora potrebbe addirittura rischiare una possibile squalifica in Champions per due turni: il codice disciplinare Uefa prevede sanzioni in caso di "insulti o altri comportamenti che violano le regole di condotta di base". Se la Uefa decidesse di multarlo, la stella del Psg potrebbe essere squalificato per un massimo di due partite, il che significa che salterebbe la gara di ritorno e il potenziale quarto di finale del Psg, in caso di passaggio del turno.

Mbappé fa il re al Camp Nou: tripletta a casa Messi!
Guarda la gallery
Mbappé fa il re al Camp Nou: tripletta a casa Messi!

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti