Corriere dello Sport

Premier League

Vedi Tutte
Premier League

Vardy choc: «Voleva smettere per andare a Ibiza»

Vardy choc: «Voleva smettere per andare a Ibiza»
© PA

Il racconto di Craig Shakespeare, allenatore del Leicester: «Nel 2013 voleva lasciare il calcio, ma riuscimmo a fargli cambiare idea»

Sullo stesso argomento

 

martedì 4 aprile 2017 13:19

ROMA - Avrebbe mollato tutto per trasferirsi a Ibiza, ma per fortuna del Leicester riuscirono a fargli cambiare idea. La storia di Jamie Vardy è diversa da quelle dei suoi colleghi. Prima di diventare un calciatore professionista, lavorò in fabbrica come metalmeccanico, a Sheffield, poi riuscì a emergere grazie al passaggio al Leicester City, nel 2012. Ma dopo una stagione tormentata, sembrava sul punto di perdersi e pensò di cambiare completamente vita. Lo racconta l'attuale allenatore del Leicester, Craig Shakespeare: nel 2013, con appena cinque gol realizzati, Vardy sperava di tornare al Fleetwood Town, la società di provenienza, o addirittura trasferirsi a Ibiza. Lo confidò ai dirigenti, poi tornò sui suoi passi. 

IL RACCONTO - «Fortunatamente non andò a Ibiza e penso che prese la giusta decisione. Jamie aveva bisogno di appoggio e di sentire fiducia. Aveva gli attributi per giocare in Premier League e glielo dicemmo apertamente», racconta Shakespeare. Vardy decise di continuare nel Leicester e la sua storia cambiò la scorsa stagione, quando guidò con i suoi gol la squadra con Ranieri in panchina a uno storico titolo. Si sarebbe perso la vittoria della Premier, la Champions League e la nazionale inglese. Per trasferirsi a Ibiza c'è sempre tempo.

TUTTO SULLA PREMIER LEAGUE

Articoli correlati

Commenti