Premier League
0

Castagne attacca Gasperini: "Con lui nessun dialogo. La Premier un sogno"

L'ex Atalanta spiega il motivo del suo trasferimento al Leicester addossando gran parte delle colpe al mancato dialogo con il tecnico della Dea

Castagne attacca Gasperini:
© EPA

LONDRA (INGHILTERRA) - Non solo Ünder. Prima del turco un altro calciatore della Serie A è approdato al Leicester: si tratta di Timothy Castagne, terzino belga passato dall'Atalanta alle Foxes in estate. Il classe '95, andato già a segno nella prima di campionato contro il West Bromwich, ha spiegato al The Guardian il motivo del suo trasferimento in Inghilterra: "La Premier League è sempre stata un sogno, ho sempre amato Thierry Henry, è stato il mio idolo da quando ero un ragazzino". Il belga attacca poi Gasperini: “Volevo un allenatore con cui poter avere una relazione. Con Brendan Rodger possiamo parlare, può aiutarmi a lavorare sui miei punti deboli e cose del genere”

Castagne, stoccata a Gasperini

Il rapporto con il Gasp non era proprio idilliaco: “Lui non parlerebbe con nessuno . È molto bravo tatticamente, ha ottime idee, ma semplicemente non avevamo quel tipo di rapporto. Dipende dal giocatore, c’è chi ce la fa anche senza, ma io sono uno di quelli che ha bisogno del dialogo. Dopo la partita mi chiedevo: 'Come sono andato? Cosa ho fatto bene? ‘. Mi avrebbe aiutato per la fiducia, ma all’Atalanta questo aspetto non l’ho trovato”. Castagne spiega poi come i calciatori della Dea si sono preparati per il ritorno in campo durante il lockdown: “Abbiamo ricevuto un tapis roulant e dovevamo correre ogni giorno. Quindi dopo il lockdown eravamo più preparati delle altre squadre”. Bergamo è stata una delle città più colpite dal virus. Un evento che ha spinto ancor di più il gruppo a dare il massimo: “È stato un momento difficile per tutti lì, soprattutto in città”.

[[smiling:123392]]

Tutte le notizie di Premier League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti