"Chelsea al consorzio Boehly per 1,2 miliardi di euro"

I Blues starebbero per abbracciare la nuova proprietà: pronti investimenti per migliorare Stamford Bridge e non solo
"Chelsea al consorzio Boehly per 1,2 miliardi di euro"© Getty Images
1 min
Tagschelsea

LONDRA (Inghilterra) - Mancano solo gli ultimi dettagli per l'acquisto del Chelsea da parte del consorzio statunitense con a capo Todd Boehly, questo è quello che riporta il Daily Mail. L'ufficialità dovrebbe arrivare nel giro massimo di una settimana ma, intanto stanno emergendo i primi dettagli della trattativa come la "clausola anti-Glazer", la famiglia statunitense proprietaria del Manchester United. I nuovi proprietari del Chelsea si impegnerebbero a non distribuire dividendi né cedere quote azionarie o ricoprire ruoli operativi retribuiti per i primi dieci anni della loro gestione a differenza di come hanno lavorato i Glazer.

Primo obiettivo: migliorare Stamford Bridge

Tra gli impegni presi dalla nuova proprietà ci sarebbe anche la promessa di un investimento di almeno 1,2 miliardi di euro per migliorare lo stadio, il settore giovanile e la squadra femminile. Il tabloid "Daily Mail" evidenzia come questi obiettivi vogliano dimostrare la serietà del nuovo progetto, chiamato nel compito di non far rimpiangere l'era gloriosa vissuta sotto la proprietà di Roman Abramovic.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti