"Ronaldo e i dubbi sul futuro: Sir Alex Ferguson consigliere d'eccezione"

Secondo quanto riportato dal 'Mirror' il fuoriclasse portoghese si sarebbe consultato con il tecnico che lo ha lanciato nei Red Devils per decidere se restare o meno a Old Trafford
Stagione 2004-05: 28 presenze© EPA
3 min
TagsTen Hagrangnick

Contare su un saggio consigliere è quanto di meglio si possa sperare quando c’è da prendere una decisione fondamentale per il proprio futuro. Anche se il soggetto in questione si chiama Cristiano Ronaldo, perché se il mentore ha il nome e il cognome di Sir Alex Ferguson le dritte possono davvero rivelarsi molto preziose.

Manchester United fuori dalla Champions 2022-'23, i dubbi di Ronaldo

Secondo quanto riportato dal 'Mirror' nei giorni scorsi CR7 avrebbe quindi chiesto consiglio al proprio maestro per prendere la decisione migliore in merito alla propria permanenza al Manchester United, al termine di un’annata particolarmente travagliata per la squadra, che non ha centrato la qualificazione alla prossima Champions League nonostante il buon apporto realizzativo di Ronaldo, tornato a Manchester a fine agosto dopo la rottura con la Juventus.

Da Messi contro Lewandowski a Ronaldo vs Suarez: le grandi sfide del Mondiale 2022
Guarda la gallery
Da Messi contro Lewandowski a Ronaldo vs Suarez: le grandi sfide del Mondiale 2022

Sir Alex Ferguson e quel rapporto speciale con CR7

Del resto non è un mistero che i due abitino vicino nella zona del Cheshire così come è noto la stima reciproca: da una parte il leggendario tecnico dei trionfi dei Red Devils vanta la primogenitura del talento di Ronaldo, avendolo portato a Old Trafford nel 2003 e avendone apprezzato per primo lo sterminato talento, fondamentale per la conquista di nove titoli tra i quali tre Premier e una Champions League. Dall’altra Cristiano ha sempre parlato dell’ottimo rapporto avuto con il manager scozzese, a livello tecnico, ma anche umano.

Ronaldo "chioccia" del nuovo Manchester United di Ten Hag?

I consigli dispensati da Sir Alex non sono ovviamente noti, ma è facile immaginare che Ferguson abbia provato a convincere Ronaldo a rispettare il contratto in essere fino al 30 giugno 2023, ponendosi come riferimento tecnico e morale del nuovo gruppo che sarà forgiato da Erik ten Hag, l’allenatore scelto da Ralf Rangnick per provare ad avviare un nuovo ciclo vincente a Old Trafford. L’ipotesi potrebbe affascinare Cristiano, deciso però a tornare a lottare per vincere dopo un’annata priva di titoli anche nell'ottica di un Mondiale in Qatar, probabile ultima vetrina internazionale della carriera, da vivere da protagonista.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti