Fenomeno Haaland: sta demolendo tutti i record!

I numeri pazzeschi dell'attaccante del Manchester City: 11 reti in Premier, 14 stagionali, 100 nelle ultime 99 partite giocate
Fenomeno Haaland: sta demolendo tutti i record!© Getty Images
2 min
Gabriele Marcotti
TagsHaalandManchester CityPremier League

LONDRA - Numeri che parlano da soli. Con quella segnata nel 3-0 ai Wolves, sono 11 reti in campionato in 7 partite. Sommando la Champions, sono 14 in 9 partite. I record sembrano cadere ogni settimana: oggi è diventato il primo giocatore nella storia della Premier League a segnare nelle sue prime quattro trasferte. E stiamo parlando di uno che ha compiuto 22 anni appena lo scorso luglio.

Doppiette in Champions, Haaland entra nella top 10: la classifica
Guarda la gallery
Doppiette in Champions, Haaland entra nella top 10: la classifica

Haaland, il gol nel sangue

Forse l'aspetto più incredibile è l'essenzialità del suo gioco. Dei quattordici gol segnati finora (è arrivato a 100 nelle ultime 99 partite), uno solo, quello contro i Wolves arriva da fuori area. Del resto, circa due terzi delle sue conclusioni arrivano da meno di 11 metri di distanza. Non è casuale e si sposa con la filosofia del Pep, che chiedo spesso un passaggio in più alla ricerca spasmodica di un migliore xG, ovvero di una maggiore possibilità statistica di concretizzare. I giocatori lo sanno e sanno bene che se gli fai arrivare un buon pallone dalle sue parti, vi sono ottime possibilità che lo butterà dentro.

La felicità di Guardiola

Haaland tocca pochi palloni (anche se oggi ha pure registrato un assist) non più di una trentina a partita, pochi per una squadra come il City sempre votata all'attacco. Ma a Guardiola sta sempre così perché il norvegese fa un grandissimo lavoro senza palla. I suoi movimenti - a volte in profondità liberando autostrade per i compagni, a volte laterali, scombussolando gli schemi difensivi - seminano zizzania. Senza dimenticare l'apporto nel pressing alto del City, elemento essenziale per il Pep. E, forse, la cosa terrificante è che lo stesso Haaland dice che può migliorare soprattutto per quanto riguarda il colpo di testa (nonostante la stazza) e la lettura del gioco. Gli avversari sono avvertiti.

Pep si coccola Haaland: "È già eccezionale, ma può migliorare"
Guarda il video
Pep si coccola Haaland: "È già eccezionale, ma può migliorare"


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti