Dybala contro Sampaoli: “Al Mondiale non mi salutava neanche”
Sudamerica
0

Dybala contro Sampaoli: “Al Mondiale non mi salutava neanche”

La Joya, miglior giocatore della finale per il terzo posto contro il Cile, ha svelato il rapporto freddissimo che lo “legava” all’ex ct dell’Argentina: “In Russia non abbiamo avuto alcun tipo di comunicazione. Scaloni? Mi vuole far giocare da centravanti”

BUENOS AIRES (Argentina) - Paulo Dybala si toglie qualche sassolino dalla scarpa. L’attaccante della Juventus, votato miglior giocatore della finale per il terzo posto della Coppa America vinta contro il Cile (l'unica giocata da titolare) ha criticato duramente il suo ex ct Sampaoli ai microfoni di Fox Sports: “Avevo parlato con lui quando era venuto a Torino prima del Mondiale - le parole della Joya - ma in Russia non c’è stata nessuna comunicazione tra me e lui. Non è mai venuto da me, non mi ha detto mai niente e non ho più parlato con lui. Non mi salutava neanche ed è raro che l’allenatore non saluti mai un giocatore anche solo per chiedergli come sta. Non mi era mai successo prima. Non volevo avvicinarmi, non è stato facile nemmeno per lui”.

Dybala: “Scaloni mi vede da centravanti”

L’attaccante, che adesso ha tanta voglia di rilanciarsi nella nuova Juve di Maurizio Sarri, ha giocato soltanto una ventina di minuti nel clamoroso 3-0 della Croazia. La situazione è leggermente migliorata con Scaloni, che lo ha impiegato dal 1’ nella finale per il terzo posto contro il Cile nell’ultima Coppa America: “Ho parlato con lui prima del torneo, mi voleva far giocare da nove ed è stato così sia prima che durante la competizione”. E la Joya lo ha ripagato con una magia che gli è valsa la prima rete in gare ufficiali con la maglia della Seleccion.  

Oddo scherza: "Ho chiesto Dybala al Perugia"

Tutte le notizie di Sudamerica

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...