De Rossi: "Al Boca pazzi di calcio come a Roma. Maradona è la storia"

L'ex capitano giallorosso si presenta: "Chi mi conosce sa quanto volessi venire qui, nonostante avessi molte offerte. Ho grande rispetto per Tevez e la Bombonera mette i brividi"
De Rossi: "Al Boca pazzi di calcio come a Roma. Maradona è la storia"© Getty Images

BUENOS AIRES (Argentina) - Dopo le due anticipazioni dei giorni scorsi, il Boca Juniors ha pubblicato per intero l'intervista a Daniele De Rossi. Il centrocampista romano è la nuova bandiera del team di Buenos Aires, dopo aver interrotto il suo rapporto con la Roma, dove era nato e cresciuto: "Ho ricevuto diverse offerte. È stato bello sentirle: alcune volte ho avuto dei dubbi. A 36 anni è giusto pensar bene prima di prendere certe decisioni. Però, fin dal primo giorno, chi mi conosce sapeva che sarei venuto qua. Ho un fisioterapista che è praticamente indivisibile con me e mi diceva tutti i giorni: 'Tanto alla fine vai al Boca'. Ripeto, chi mi conosce sa bene che volevo venire qui", ha affermato De Rossi. "Il Boca è un grande club, che vuole vincere e vuole fare le cose per bene. Mi ha mosso la passione che ho per questo club, da quando sono piccolo, e mi ha spinto la motivazione che ho di giocare al calcio, a livelli seri. Questo è un club che mi permetterà di giocare a livelli seri, nella maniera che piace a me", ha continuato l'ex capitano della Roma.

"La Bombonera mette i brividi. Maradona è la storia del calcio"

"Ho ricevuto tanto affetto al mio arrivo qui. Vedo delle similitudini con la mia città. Non mi spaventa tutta questa passione e questo interesse. È l'unico stadio la 'Bombonera' che mi è sempre piaciuto pur non avendolo mai visto dal vivo. Mi ha fatto una grande impressione, anche vuoto, figuriamoci come sarà da pieno, con la gente di qui che farà la differenza", ha proseguito De Rossi. "Maradona? Esisteva solo lui nel mondo del calcio. Se ne parlava molto in Italia quando è arrivato al Napoli e anche i romanisti e altri erano un po' tutti tifosi di Diego: era ed è la storia del calcio. Ho visto tutti i suoi video e un gran capitolo della sua vita è legato a questa gente, a questa città, a questa squadra e a questo stadio. Lui e tanti altri intrerpreti super hanno calpestato l'erba di questo impianto", ha spiegato ancora l'ex romanista.

De Rossi posa con la maglia numero 16 del Boca Juniors
Guarda la gallery
De Rossi posa con la maglia numero 16 del Boca Juniors

"Ho grande rispetto per Tevez. Voglio vincere trofei col Boca"

"Ho grande rispetto di Tevez, perché è un campione e perché è un simbolo di questo team. È un altro grande campione e lo rispetto tantissimo per aver deciso di tornare a giocare qui. Ora il mio sogno è vincere qualche cosa, magari un grande trofeo con questa squadra. Sarebbe un bel coronamento della mia carriera", ha affermato poi il neo giocatore del Boca. "Ai tifosi prometto solo che lavorerò seriamente. Poco show e molto lavoro. Sono uno serio, non prometto alcunché. Garantisco però che darò il cento per cento", ha concluso De Rossi.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti