Corriere dello Sport

Mondiali femminili, Bartoli:
© Getty Images
Calcio Femminile
0

Mondiali femminili, Bartoli: "È un sogno, ma attente alla Giamaica"

Le azzurre si preparano alla seconda sfida iridata. Anche la Girelli è prudente: "C'è entusiamo, ma bisogna restare con i piedi per terra"

REIMS (Francia) - Calma e piedi ben piantati a terra nella nazionale italiana dopo l’esordio vincente ai Mondiali femminili di Francia 2019: “Dopo la vittoria con l'Australia c'è stata un'ondata di entusiasmo, è stata una grande impresa, ma non abbiamo ancora fatto nulla” le parole di Cristiana Girelli, oggi, in conferenza stampa. Le azzurre sono attese dal secondo match nel torneo iridato, venerdì 14, contro la Giamaica: “Giocare questo Mondiale è un sogno che avevo sin da bambina - ha poi spiegato Elisa Bartoli - vincere al 95' in rimonta è stato bellissimo e battere l'Australia ci ha dato coraggio, forza e consapevolezza. Ora non bisogna commettere l'errore di sottovalutare la Giamaica”.

Mancini: "Mondiale delle donne o Under 21? Vediamo.."

L'Italia può già passare il turno

Girelli insiste nel non sottovalutare la Giamaica: “Dobbiamo restare con i piedi per terra, la Giamaica è una squadra molto tosta, ma sappiamo che vincere vorrebbe dire passaggio del turno assicurato”. In occasione del match contro l'Australia, la calciatrice della Juventus ha potuto contare sull'affetto della sua famiglia: “Allo stadio c'erano i miei genitori, mia sorella, mia nipote e mio cognato. Incrociare i loro sguardi e vederli cantare l'inno in tribuna è stato emozionante. Speriamo di andare avanti, così mi raggiungeranno ancora”. La Giamaica, prossima avversaria dell'Italia della ct Milena Berolini, all’esordio è stata battuta 3-0 dal Brasile.

Tutte le notizie di Calcio Femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina