Roma terza, Bartoli avvisa: "Juve e Fiorentina, ci siamo anche noi"

Altra prova convincente delle giallorosse di Betty Bavagnoli, il capitano carica l'ambiente: "Scudetto? Ci sono squadre più pronte, ma lotteremo anche noi"

© LAPRESSE

ROMA - Il successo della Roma sul Sassuolo, per le giallorosse è fondamentale, non solo per la classifica (le capitoline ora sono terze in solitaria) ma anche per la fiducia e il carattere del gruppo, in crescita partita dopo partita. Al "Tre Fontane" i tre punti contro la squadra di Piovani non erano affatto scontati; sia per la difficoltà nell'affrontare una formazione attrezzata e matura come quella neroverde, sia per la pressione di dover fare risultato per tenere il passo delle prime della classe (in particolare della Juventus, unica a punteggio pieno). Ci sono riuscite le ragazze di Betty Bavagnoli, ma il 2-1 casalingo di ieri è stato sofferto e a tratti in bilico. Una vittoria del gruppo, capace di unirsi nei momenti di difficoltà e di far fronte al forcing delle ospiti nell'ultimo quarto d'ora di gara. Male solo Ceasar nel match al "Tre Fontane", ma la Roma sorride soprattutto per la prestazione di Andressa, ieri convincente e dominante sulla mediana.  

Bartoli ha fiducia nel gruppo, ma la Roma non è la favorita

Una sconfitta all'esrodio, poi quattro vittorie di fila, 12 gol realizzati e quattro subiti: i numeri della Roma in questa Serie A sono incoraggianti, e la squadra cresce partita dopo partita. Alla quinta giornata le capitoline sono la terza forza del campionato, ma Elisa Bartoli non vuole fare pronostici sul titolo: "Non so se la Roma sia favorita quest’anno, Juventus e Fiorentina giocano insieme da anni e forse sono più amalgamate e quadrate. Noi probabilmente dobbiamo ancora conoscerci e trovare equilibrio. Le ultime gare hanno fatto capire che anche noi possiamo esserci quindi non so dare un pronostico, ma vogliamo puntare in alto».

Commenti