Roma, uno 0-4 pesante con la Juve, Bavagnoli:
© LAPRESSE
Serie A
0

Roma, uno 0-4 pesante con la Juve, Bavagnoli: "Ci siamo perse"

Le giallorosse crollano nel secondo tempo, Greggi: "Ci manca la giusta cattiveria agonistica"

ROMA - La sconfitta casalinga incassata dalla Roma contro la Juve è la terza in campionato, dopo quelle con il Milan alla prima giornata e con la Florentia alla penultima. Nonostante il risultato pesante però, l'allenatrice delle capitoline, Betty Bavagnoli, ha riconosciuto alle sue giocatrici un atteggiamento positivo nella gara con le bianconere, persa più per merito delle avversarie che per demeriti della squadra. "Il risultato è un po' troppo pesante. Il primo gol è arrivato in una situazione che non si poteva prevedere. Abbiamo giocato un buon primo tempo, ma dopo il doppio svantaggio ci siamo perse e non siamo più riuscite a tirar fuori la personalità che spesso ci vorrebbe. Le ragazze hanno fatto il possibile per cercare di recuperare ma non è stato sufficiente. C'è da dire anche che la Juventus è una squadra che non concede niente e sa sempre cosa fare in campo". Lucida la coach giallorossa, che ora pensa alla prossima sfida, in trasferta contro il Tavagnacco. "Dobbiamo fare punti e arrivare con la mentalità giusta, facendo crescere la consapevolezza delle nostre potenzialità e mettere il cuore per migliorarci sempre". Dopo le due sconfitte maturate nelle ultime due giornate di Serie A, la Roma si trova quarta a 12 punti, a +1 sull'Inter di Sorbi e a -4 dalla Fiorentina. Il campionato è lunghissimo, ma vietati altri passi falsi, per una squadra che ha tutte le carte per ambire alle prime posizioni in classifica. 

Roma, uno 0-4 pesante con la Juve, Bavagnoli: "Ci siamo perse"
© Getty Images

Le giallorosse ringraziano i tifosi e pensano al Tavagnacco 

Dopo il ko interno nella super sfida con la Juve capolista, le giocatrici della Roma hanno analizzato la prestazione e ringraziato i tifosi, anche ieri presenti in massa al Tre Fontane. La prima a commentare la sconfitta è stata la centrocampista classe 2000 Giada Greggi: "Abbiamo iniziato bene, con il giusto approccio e riuscendo a giocare al pari delle nostre avversarie. Dopo il primo gol però ci siamo demoralizzate e sono arrivati anche gli altri. Ci sono mancate la cattiveria agonistica e la convinzione, e lo si è vede dal risultato. Ora pensiamo al Tavagnacco, dando il massimo". Parole simili anche dalla compagna di squadra e di reparto Annamaria Serturini: "Risultato forse troppo severo, ma non c'è più tempo per dispiacersi. Bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire da subito, senza scuse. Grazie a tutti coloro che nonostante la pioggia incessante sono venuti a sostenerci e a tifare come sempre!".

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina