Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Da Ibra a Bacca: tutte le tentazioni delle italiane

© EPA

Radiografia del mercato: scopriamo nome per nome tutte le strategie delle squadre

 Stefano Chioffi

lunedì 8 giugno 2015 19:53

ROMA - Nel calcio non vincono sempre i petrolieri e gli sceicchi. Il budget fa la differenza, ma a volte le buone idee incidono di più, come hanno dimostrato in questi anni il Borussia Dortmund di Klopp e l’Atletico Madrid di Simeone. Una lezione arrivata anche dalla Juve, in grado di effettuare ogni mossa con sapienza: dall’acquisto di Pogba a parametro zero alla scelta di puntare su Tevez, che era diventato una riserva nel Manchester City.

DYBALA E KHEDIRA - Pianificare: ecco la linea guida della Juve. Non c’è spazio per l’improvvisazione. Ancora prima di affrontare il Barcellona nella finale di Champions, Marotta aveva già definito due colpi di grande qualità, Dybala e Khedira, che hanno aumentato le distanze tra il club bianconero e la concorrenza, come ha sottolineato subito Garcia. Ora il nodo più urgente riguarda Tevez: Allegri rischia di perderlo. Higuain è una suggestione: il Napoli non lo cede, De Laurentiis lo ha blindato con una clausola da cento milioni di euro. Mandzukic può lasciare l’Atletico Madrid: ha segnato dodici gol in ventotto partite nella Liga. Ma la priorità è Cavani, attratto dalla possibilità di tornare in Italia: l’uruguaiano ha avuto un rapporto complicato con Blanc. Il Paris Saint Germain lo considera incedibile, ma la Juve continuerà a provarci.

CUADRADO E BACCA - E le altre? La Roma pensa a Cuadrado per tamponare la partenza di Gervinho, a un passo dall’Al Jazira. Prestito con diritto di riscatto: ecco la strada percorsa da Sabatini per ottenere il via libera dal Chelsea. Il colombiano è stato bocciato da Mourinho: troppo anarchico. La Roma cerca un centravanti: Carlos Bacca, ventotto gol tra coppe e campionato nel Siviglia, è un profilo che si sposerebbe bene con gli schemi di Garcia. Ma Sabatini dovrà lavorare anche sulla difesa. Servono nuovi terzini: piace Dani Alves, ma ha un ingaggio alto, c’è Bruno Peres del Torino, restano aperte le piste che portano a Lucas Digne del Paris Saint Germain e a Layvin Kurzawa del Monaco.

LA NUOVA SFIDA - Il Napoli ha scelto Sarri per la panchina. De Laurentiis riparte dal tecnico che ha sorpreso tutti con l’Empoli e da una certezza: la conferma di Higuain. Manca un difensore centrale, dietro serve una pedina di spessore: il reparto, quest’anno, è stato alla base delle sofferenze. Il Napoli ha subito 54 gol in 38 partite di campionato. Una soluzione può arrivare dalla Spagna: Diego Godin, ventinove anni, centrale dell’Atletico Madrid e dell’Uruguay di Oscar Tabarez.

LA DIFESA ROSSONERA - Anche il nuovo Milan, nel segno dell’alleanza tra Berlusconi e Mr Bee, dovrà indirizzare uno sforzo economico importante per correggere la difesa. Dopo Nesta e Thiago Silva, il Milan non ha più avuto un leader. Il Borussia Dortmund non ha giocatori incedibili e Mats Hummels, ventisei anni, campione del mondo con la Germania, potrebbe rappresentare il segnale di una svolta concreta. Mihajlovic avrà bisogno anche di un centravanti da venti gol: Ibrahimovic è in prima fila. Galliani è in azione anche per Jackson Martinez, che si separerà dal Porto come il trequartista algerino Brahimi. 

LE CONDIZIONI DI MANCINI - Quella del Milan non sarà l’unica rivoluzione. Mancini ha chiesto nove acquisti all’Inter: Thohir non può sbagliare, perché il tecnico ha posto precise condizioni per proseguire la sua avventura sulla panchina dei nerazzurri. Affascina l’opportunità di arrivare a Geoffrey Kondogbia, ventidue anni, centrocampista del Monaco: è cresciuto nelle nazionali giovanili della Francia insieme con Paul Pogba, vincendo nel 2013 la medaglia d’oro al Mondiale Under 20 in Turchia.

LE MOSSE DI LOTITO - Ha un progetto da sviluppare anche la Lazio, attesa dal preliminare di Champions League. Lotito ha promesso una squadra da sogno. Klose ha annunciato che giocherà la sua quinta stagione in biancoceleste. Felipe Anderson e De Vrij non sono in vendita. A Biglia sarà offerto un nuovo contratto dopo la Coppa America. Sono già arrivati tre giovani: il difensore olandese Wesley Hoedt (ex Az Alkmaar), il centrocampista inglese Ravel Morrison (ex compagno di Pogba nel vivaio del Manchester United) e il terzino destro Patric, passaporto spagnolo, lanciato dal Barcellona. Il club cerca una seconda punta: il sogno è Chicharito Hernandez. Interessa il francese Gregoire Defrel, nove gol nel Cesena. Un investimento interessante può essere rappresentato dal regista tedesco Johannes Geis, ventuno anni, in evidenza nel Mainz.

Per Approfondire

Commenti