Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Roma, è il giorno di Nainggolan

Roma, è il giorno di Nainggolan
© Bartoletti

Sabatini a Milano rivede il Cagliari: balla un milione, entro domani si deve decidere

Sullo stesso argomento

di Guido D'Ubaldo

domenica 21 giugno 2015 10:15

ROMA - Sabatini e Baldissoni ieri sono andati a Milano. Ma il direttore generale sembra solo per visitare l’Expo, mentre il direttore sportivo per una nuova serie di appuntamenti di mercato. Ieri sera Sabatini ha rivisto il Genoa per perfezionare il doppio trasferimento di Bertolacci e Iago Falque a Roma. I due club sono d’accordo su tutto. Anche per l’attaccante spagnolo, per il quale invece nelle ultime ore si era sparsa la voce che potesse uscire dall’operazione. Invece manca pochissimo per l’ufficializzazione. La questione del rinnovo del contratto di Bertolacci con la Roma verrà affrontata la prossima settimana. Venerdì il procuratore del centrocampista, Alessandro Lucci, era a Trigoria, ma l’appuntamento con Sabatini è fisssato nei prossimi giorni, dopo quelli convulsi che porteranno alle buste. La Roma ci andrà per alcuni giovani (per Caprari con il Pescara, per Stoian con il Chievo, per esempio), ma vuole evitare assolutamente quelle con Nainggolan con il Cagliari.

IL GIORNO - Per questo motivo Sabatini sta trascorrendo un week end di lavoro a Milano. E proprio oggi, di domenica, è in programma un nuovo incontro con il Cagliari. Sabatini con Capozucca, forse interverrà anche Giulini, il presidente del club sardo che non intende cedere di un centimetro dalle sue richieste. Il Cagliari da diciotto milioni è sceso a diciassette, la Roma da quindici può salire a sedici. Balla un milione e oggi i due club si vedono con la precisa volontà di evitare le buste.

Roma, è il giorno di Nainggolan

Oggi si dovrebbe raggiungere il complicatissimo accordo, intorno al quale i due club stanno lavorando da mesi, arrivando negli ultimi giorni a spogliare l’operazione da tutte le situazioni collaterali, compreso il riscatto di Astori, che la Roma in un primo momento si era impegnata a esercitare, ma alla fine ha preferito mollare, per concentrarsi completamente sul riscatto del centrocampista. Capozucca, che è stato invitato dal suo presidente a non rilasciare dichiarazioni sulla trattativa, ha confidato in modo non ufficiale che il giocatore resterà alla Roma. Sabatini lavora per evitare le buste, che costringerebbero la Roma a pagare cash il costo di metà cartellino. Oggi si cercherà di limare le ultime differenze, ma per domani è stata fissata la dead line. Lunedì i due club si rivedranno, ma se non troveranno l’accordo da quel momento interromperanno le trattative e lavoreranno sulla cifra da indicare nella busta.

Leggi l'articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Per Approfondire

Commenti