Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Roma, per Dzeko è dura. Sabatini pensa a Lacazette

Roma, per Dzeko è dura. Sabatini pensa a Lacazette
© Action Images / Reuters

Il City non abbassa le pretese per Edin. C'è il francese, stella emergente del Lione

Sullo stesso argomento

di Roberto Maida

mercoledì 1 luglio 2015 08:34

ROMA - Il primo obiettivo dopo la volontaria rinuncia a Carlos Bacca, 29 anni per 30 milioni di clausola rescissoria, sarebbe Edin Dzeko. Ormai è acclarato, lo dicono i contatti continui tra Trigoria e il mondo bosniaco. Però Dzeko ha la stessa età di Bacca, un prezzo di poco inferiore e uno stipendio addirittura triplo. Di conseguenza, a queste condizioni, la Roma non può strapparlo al Manchester City. Sarebbe tutto diverso se con il passare delle settimane, con l'estate che entra nel vivo, fossero gli inglesi a cercare la Roma. In quel caso, potrebbero accettare la soluzione di un prestito con diritto di riscatto. E Dzeko, come ha raccontato all'amico Pjanic, «non avrebbe problemi a ridiscutere il suo stipendio».

ALTERNATIVE - Ma la Roma può aspettare, con il rischio che le cose non cambino, senza consegnare a Garcia un professionista dell'area di rigore? È questo il dubbio che ha orientato Sabatini (e Baldissoni, più presente di quanto non sembri) a sondare terreni più giovani, dove l'ambizione sia commisurata allo stipendio e all'equilibrio finanziario di una società sotto esame Uefa. E se per Lukaku, gigante belga dell'Everton, sono state sparate richieste esose superiori ai 30 milioni, è più semplice raggiungere Alexandre Lacazette, 24 anni appena compiuti, diadema del Lione: con 27 gol, otto in più di Ibrahimovic e nove in più di Cavani, ha vinto la classifica cannonieri del campionato francese e ha l'aria di aver imboccato la strada del successo. Non a caso, Deschamps gli ha già concesso 8 presenze (con 1 gol) in nazionale. Lacazette, che piace da matti a Garcia, ha una caratteristica che ne impreziosisce e insieme impoverisce le opzioni di gioco: è un brevilineo (1.75 x 73 kg), perciò ama giocare palla a terra e in velocità; di conseguenza non gli si può chiedere di abbattere le difese a colpi di gomito, come per altri centravanti.

Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Per Approfondire

Commenti