Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Fiorentina-Salah, oggi si decide

Fiorentina-Salah, oggi si decide
© LaPresse

Ottimismo da parte del club viola

Sullo stesso argomento

di Francesca Bandinelli

mercoledì 1 luglio 2015 10:09

ROMA - Si sarebbero dovuti incontrare nella serata di ieri, poi invece l'appuntamento tra i dirigenti della Fiorentina e gli agenti di Mohamed Salah è slittato ad oggi. Un'altra notte di attesa, dunque, che tuttavia non scalfisce il cauto ottimismo da sempre manifestato dalla società dei fratelli Della Valle. Da discutere, ormai, c'è ben poco. Sono state accettate tutte le richieste fatte per conto del giocatore: riscatto immediato e definitivo del cartellino dal Chelsea, contratto quinquennale e aumento dell'ingaggio fino a 3 milioni di euro netti a stagione. Di fatto, con questa proposta è stata sancita la sua totale centralità all'interno del progetto viola, sia sotto il profilo economico che professionale. Ora ad uscire allo scoperto deve essere lui, Mohamed Salah, mentre le altre possibili pretendenti restano a guardare sperando di individuare l'eventuale spazio di inserimento. Attende l'Inter, che intanto si è mossa anche in altre direzioni (Jovetic), e silenziose, aspettano pure la Juventus e la Roma, fin qui molto defilate, che in più, rispetto ai viola, potrebbero mettere sul piatto la partecipazione alla prossima Champions League.

OGGI LA DECISIONE. Tocca a Salah adesso fare chiarezza. Firenze aspetta e, probabilmente, alla sua decisione rischia di restare ancorata pure la campagna abbonamenti, ufficialmente aperta da questa mattina. Oggi, però, dovrebbe essere il giorno giusto per arrivare alla decisione definitiva. Se tutto andrà nella direzione sperata dalla Fiorentina - e che la Fiorentina si aspetta - l'accordo potrebbe essere sancito, nero su bianco, domani, non a Milano ma a Firenze. Il giocatore, infatti, arriverebbe per firmare l'accordo per la permanenza in maglia viola. Per altro, lo farebbe nello stesso giorno in cui al centro sportivo arriverà Paulo Sousa, il nuovo allenatore portoghese, e, forse, pure Andrea Della Valle. Si tratterebbe di una visita mordi e fuggi, il tempo necessario per sancire anche con una stretta di mano il prolungamento della sua avventura in maglia viola e per conoscere il tecnico sul quale gli ha raccontato quasi tutto il suo connazionale El Neny in forza al Basilea. Viceversa, per la Fiorentina scatterebbe l'esigenza di garantire una soluzione alternativa immediata allo stesso Sousa.

Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Per Approfondire

Commenti