Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

La Juve va su Ramires. Draxler si allontana

La Juve va su Ramires. Draxler si allontana
© EPA

Lo Schalke gela i bianconeri, che pensano al brasiliano del Chelsea

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 12 agosto 2015 08:33

TORINO - Mica troppo buone, le novità del martedì. Soprattutto perché si dovrebbe andare verso la stretta finale, e invece la Juve rischia di finire contro un muro. Per Draxler si continua a trattare, ma lo Schalke non ha una lista di cessioni obbligate. Forse solo una montagna di quattrini farebbe vacillare i tedeschi, come ricorda il loro general manager, Horst Heldt. «Nel calcio non ci sono mai situazioni definitive, ma per convincerci a vendere Draxler serve un'offerta astronomica. In linea generale, non abbiamo intenzione di cederlo. Ma se la richiesta è alta, potremo prenderla in considerazione». Marotta dovrà staccare un assegno pesante: trenta milioni è la richiesta attuale - la Juve ieri è arrivata a 18 con bonus che porterebbero l’operazione a 28 - in chiusura di mercato chissà. Si naviga a vista, anche pensando ad alternative come Ramires del Chelsea oppure a togliersi ogni dubbio su Siqueira.

Ramires, 27 anni, centrocampista brasiliano del Chelsea, ha avuto poco spazio con Mourinho nell’ultima stagione

TENTATIVO RAMIRES - Il punto in comune nelle trattative per Draxler e Siqueira è l'accordo coi giocatori. Pronti, oltretutto, a migliorare la loro posizione contrattuale. Mentre Siqueira ha già il via libera della propria società - l'Atletico Madrid - e sta anteponendo le proprie titubanze alla conclusione dell'affare, Draxler rimane vincolato all'accordo tra bianconeri e Schalke. Ma intanto la Juve si guarda intorno, per rimpolpare la mediana. Cercando di capire se la storia tra il brasiliano Ramires e il Chelsea di Mourinho può essere vicina alla fine, dopo cinque anni. I Blues riceveranno una chiamata dalla Juve, secondo quanto trapela dall'Inghilterra, con l'apertura a trattare sia per un prestito che a titolo definitivo. Che, con lo Special One, ha visto progressivamente abbassarsi le proprie quotazioni da titolare nel Chelsea. Fino ad arrivare a una stagione in cui la squadra si è intascata il titolo nella Premier, ma con Ramires quasi ai margini. Undici partite da titolare l'anno scorso, se non sono briciole poco ci manca. Mourinho non sembra pensarla allo stesso modo, visto che con Ramires si starebbe lavorando a un rinnovo contrattuale (adesso la scadenza è fissata al 2017) nonostante un impiego centellinato.

Leggi l'articolo completo sul CorrieredelloSport-Stadio in Edicola

Per Approfondire

Commenti