Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, Dani Alves: «Barcellona, sei pazzo se non rinnovi Neymar»

Calciomercato, Dani Alves: «Barcellona, sei pazzo se non rinnovi Neymar»
© Getty Images

L'esterno brasiliano: «Ha due anni di contratto, ma devono proporgli il rinnovo: è destinato, un giorno, a prendere il posto di Messi»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 5 febbraio 2016 11:20

BARCELLONA - "Se i dirigenti del Barcellona non propongono il rinnovo del contratto a Neymar sono dei pazzi". Parola di Dani Alves. Il fluidificante brasiliano, come riporta l'edizione online di Marca, ha parlato ai microfoni di Radio Onda cero. "Nessuno può fare quello che fa lui con il pallone fra i piedi - ha detto Dani Alves -. Ha due anni di contratto, ma devono farlo rinnovare, se non lo fanno sono dei pazzi. Neymar è destinato, un giorno, a prendere il posto di Messi, perché nessuno è come lui".

Sui guai con il fisco del compagno Neymar, Alves è stato chiaro: "Quando si ha la coscienza a posto e il cuore pure, non bisogna preoccuparsi di alcunchè. Lui e i suoi familiari non sono preoccupati. In ogni caso, non penso che questa situazione possa influire sul suo rendimento". Nei giorni scorsi il padre di Neymar ha dichiarato che ci sarebbero dei club in grado di pagare la clausola rescissoria per il figlio, fissata dal Barcellona a 190 milioni. "Il Real Madrid? Che sia quello di Zidane, di Ancelotti o di Maourinho cambia poco - spiega Dani Alves -: loro sono sempre lì e lottano sempre per vincere, stiamo parlando di una squadra creata per lottare su ogni fronte. Con loro non ci si può rilassare mai".

Sul trasferimento di Guardiola al Manchester City, Dani Alves ha una sua idea: "È quello che vuole fare. Ha una tale capacità di reinventarsi, lavora con una tale dedizione, che penso possa fare solo bene". Il laterale brasiliano ha inoltre confermato di essere stato a un passo da un clamoroso trasferimento al Real Madrid: "Era quasi tutto fatto, non ne ho mai fatto mistero, poi le cose sono cambiate". 

Articoli correlati

Commenti