Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

L'Inter ha un piano per Jovetic: Ljajic e Alex Telles bocciati

L'Inter ha un piano per Jovetic: Ljajic e Alex Telles bocciati
© ANSA

L'attaccante montenegrino è stato uno dei migliori in campo nel match vinto contro il Napoli. Il classe 89 sarà un freccia in più all'arco di Mancini per questo infuocato finale di stagione.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

domenica 17 aprile 2016 12:08

MILANO- Stevan Jovetic titolare per due partite consecutive: non succedeva da dicembre. Roberto Mancini ha deciso di dare fiducia all’attaccante montenegrino che contro il Frosinone è stato autore di una bella prova. L’ex Fiorentina ha ripagato la fiducia del tecnico con una prestazione fatta di sostanza, classe, belle giocate e spirito di sacrificio. Il lancio con cui ha smarcato Icardi, poi, è stata una delizia per gli occhi del pubblico del Meazza che, al momento della sua uscita dal campo, gli ha riservato una standing ovation. Jovetic si candida dunque per essere titolare da qui fino al termine della stagione per provare ad aiutare l’Inter a raggiungere il tanto sperato terzo posto.

TUTTO SULL'INTER

RIVALUTARE- Il piano dell’Inter è chiaro: far giocare Jovetic per non fargli perdere la fiducia, ma soprattutto per valorizzarlo in vista del mercato estivo. Il classe 89 è arrivato in prestito biennale oneroso, 2,5 milioni, più l’obbligo di riscatto fissato a 14,5. La società di Corso Vittorio Emanuele avrà dunque un esborso economico da dover affrontare e si è di fronte ad un bivio: venderlo nel caso in cui arrivasse un’offerta di poco inferiore o pari all’investimento fatto un anno fa, o trattenerlo a Milano per dargli un’altra chance in vista della prossima stagione che dovrà essere quella del rilancio per i colori nerazzurri. Questo Jovetic può essere utile all’Inter: l’intesa con il capitano Icardi sembra molto migliorata rispetto a inizio stagione e lui stesso ha dichiarato, al termine del match contro il Napoli, di non essere solo di passaggio: “Sapevo che potevo tornare ad essere protagonista. Mi sono sempre allenato e, anche se mi sono infortunato, a livello mentale sono sempre stato bene ed ora sono soddisfatto delle mie prestazioni. Il mio futuro? Io non ho mai pensato di andarmene. Ho letto tante cose ma la realtà è che io voglio restare qui per tanti anni ancora. Mi piace fermarmi in una squadra e non sono di passaggio”.

TUTTO SULLA SERIE A 

NO AL RISCATTO- Chi invece sa già che non resterà in nerazzurro è Adem Ljajic. Il serbo ha disputato, come al solito, una stagione altalenante costellata di buone prestazioni, intervallate da partite davvero anonime. Il classe 91 è arrivato in prestito oneroso, 1,75 mln, con diritto di riscatto fissato a 11 milioni di euro. Troppi per la società nerazzurra che ha in ballo, sempre con i giallorossi, il riscatto di Dodò, 7,8 milioni di euro. Difficilmente l’ex Fiorentina e Partizan Belgrado resterà a Milano e farà ritorno a Roma al termine della stagione. Un altro giocatore che farà ritorno al mittente è Alex Telles, esterno brasiliano classe 92 fortemente voluto da Roberto Mancini in estate. L’ex Galatasaray non ha fatto male quando è stato chiamato in causa ma su di lui pende un diritto di riscatto troppo alto: 8,5 milioni di euro. Se non ci sarà un deciso sconto da parte della società turca, Telles lascerà l’Inter dopo solo una stagione in nerazzurro.

AUSILIO: MANCINI E ICARDI RESTANO

Articoli correlati

Commenti