Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Da Sadiq a Gnabry, ecco i talenti che brillano a Rio

Da Sadiq a Gnabry, ecco i talenti che brillano a Rio
© EPA

Le Olimpiadi del calcio stanno mettendo in luce diversi giovani talenti.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

lunedì 8 agosto 2016 15:56

MILANO- Le Olimpiadi del calcio stanno regalando diverse emozioni e sorprese visto che il Brasile di Neymar sta ampiamente deludendo le aspettative, mentre la Nigeria, del romanista Sadiq e il Portogallo stanno stupendo per rendimento e qualità di gioco espresso e si sono già qualificate ai quarti di finale. Molto bene anche la Corea del Sud e il Messico che hanno un po’ imbrigliato la Germania nel gruppo C. Ci si aspettava qualcosa di più dalla Colombia e dall’Argentina che, dopo la sconfitta all’esordio contro i lusitani, però si è ripresa vincendo contro l’Algeria e riportandosi in corsa per il passaggio del turno nel girone D.

SADIQ LANCIA LA NIGERIA

SADIQ STUPISCE, LA ROMA RIDE- Il nigeriano Oghenekaro Etebo, classe 95, si è preso la ribalta nella prima giornata contro il Giappone, visto che ha siglato un poker importante che ha permesso alla sua nazionale di avere la meglio per 5-4 sui nipponici. Sempre per la Nigeria, benissimo il giocatore della Roma Umar Sadiq, classe 97, autore di una rete, alla prima giornata, contro la nazionale del Sol Levante ma soprattutto in gol anche nella seconda partita contro la Svezia che ha regalato ai nigeriani l’accesso ai quarti di finale con una giornata d’anticipo.

GIRONE A- Il girone che sta facendo fatica ad ingranare è proprio quello dei padroni di casa visto che in 4 partite è stata realizzata una sola rete da parte del danese Skov che ha regalato la vittoria alla Danimarca contro il Sudafrica. Pochi talenti si stanno mettendo in mostra e i vari Neymar-Felipe Anderson-Gabigol e Gabrie Jesus stanno deludendo le aspettative: soprattutto l’asso del Barcellona non sta riuscendo a fare la differenza. Iraq e Sudafrica, nonostante siano le due squadre materasso, stanno mostrando compattezza e ora i verdeoro dovranno battere la Danimarca per stare tranquilli e passare il turno con serenità.

GIRONE B- La Nigeria si è già qualificata ai quarti, mentre sarà bagarre per la seconda posizione. In questo girone, invece, si stanno mettendo in mostra diversi talenti oltre a Sadiq. Da Takuma Asano, attaccante classe 94 dell’Arsenal, autore di due reti alle Olimpiadi, a Takumi Minamino, centravanti classe 95 del Salisburgo, in gol contro la Nigeria, fino ad arrivare al classe 94, Shoya Nakajima, giocatore in forza all’FC Tokyo, in gol contro la Colombia. Nei Cafeteros, invece, si sta ben distinguendo un veterano come Teofilo Gutierrez, classe 85 e ormai datato, attaccante dello Sporting Lisbona. Nella Svezia invece, bene il classe 93, di origini assire, Mikael Ishak, attaccante del Randers.

GIRONE C- La Germania ha solo due punti, frutto di due pareggi, per 3-3 e per 2-2 rispettivamente contro Corea del Sud e Messico. Tra i tedeschi si è messo in mostra Serge Gnabry, centrocampista offensivo classe 95 di proprietà dell’Arsenal, autore di 3 delle 5 reti dei tedeschi. Nella Corea del Sud si sta ben distinguendo il centrocampista del Bayer Leverkusen, Ryu Seung-woo, autore di tre reti contro le Fiji e di una contro la Germania, di Suk-Yun-jun, attaccante classe 91 del Porto, che di reti ne ha segnate tre e di Son Heung-min, attaccante classe 92 del Tottenham. Nel Messico si sta mettendo in luce Erick Gutierrez, centrocampista classe 95 del Pachuca, autore di 4 reti contro Fiji, ma anche di Rodolfo Pizzarro anche lui in forza al Pachuca.

GIRONE D- Il Portogallo ha già passato il turno battendo Argentina e Honduras. Gonçalo Paciência, attaccante classe 94, in forza al Porto B ha realizzato due reti e sta facendo vedere buone cose. Occhio anche al difensore, classe 94, dello Sporting Lisbona, Tobias Figueiredo. L’Argentina, invece, dopo aver fatto flop all’esordio contro i lusitani hanno vinto contro l’Algeria per 2-1 con le reti di Jonathan Calleri, classe 93, ex obiettivo dell’Inter. Attenzione ad Angel Correa, centrocampista offensivo dell’Atletico Madrid, classe 95.

Articoli correlati

Commenti