Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Witsel, ultimatum della Juventus: «Zenit, decidi!»

Witsel, ultimatum della Juventus: «Zenit, decidi!»
© UEFA via Getty Images

Offerta di 6 milioni di euro, Marotta non intende superare quella cifra. Il belga ha detto sì

Sullo stesso argomento

 

giovedì 29 dicembre 2016 08:45

TORINO - Il pressing e l'attesa. Non c'è solo Tomas Rincon nel mercato invernale della Juventus. L'intenzione dei dirigenti bianconeri è di mettere a disposizione di Massimiliano Allegri due innesti per completare il centrocampo. E allora, avanti tutta per Axel Witsel, promesso sposo della Signora già la scorsa estate, già a Torino per vestire di bianconero e poi tornato a San Pietroburgo per l'intransigenza dello Zenit che fece saltare tutto nelle ultime, convulse ore di trattative. Ora i campioni d'Italia e lo stesso calciatore vogliono un finale diverso. Ed ecco quindi il pressing che da Torino si sviluppa in direzione Russia per stringere l'affare nella finestra di gennaio. E poi c'è l'attesa: perché è di nuovo tutto nelle mani della società russa, dal quale si attende il via libera. 

RINCON: LE VISITE MEDICHE CON LA JUVENTUS

6 MILIONI DI MOTIVI. E in casa Zenit hanno 6 milioni di motivi per dire sì ai bianconeri: a tanto ammonta l'offerta, l'indennizzo che la Juve vuole corrispondere per «pagare» gli ultimi sei mesi di contratto di Witsel. Che, come è noto, a giugno si svincolerà e, mal che vada, arriverà a Vinovo a costo zero la prossima estate. Ma gli uomini mercato juventini vogliono chiudere subito, per fare la doppietta di rinforzi a centrocampo e per regalare ad Allegri una pedina di sicura qualità, esperta anche a livello internazionale, che colmerebbe un vuoto in mezzo e permetterebbe diverse soluzioni tattiche. Oltre ad essere utilizzabile, come Rincon, in Champions League. Sei milioni sul piatto, dunque. Prendere o lasciare, non un euro in più. La strategia è chiara: non ci si vuol far trascinare dal gioco al rialzo messo in atto dallo Zenit. Il lavoro ai fianchi continua, senza strappi ma inesorabile. A dare fiducia ai bianconeri c'è la ferma volontà di Axel di sbarcare sul pianeta Juve. Per questo ha rifiutato la proposta multimilionaria dei cinesi dello Shanghai Sipg, il club allenato da Villas Boas che ha appena strappato Oscar al Chelsea, che gli ha offerto un contratto ricchissimo da 12 milioni a stagione. Unendo un assegno da 25 milioni per lo Zenit, cosa che ingolosisce non poco i russi. Ma il ragazzo non cambia la parola data ai dirigenti bianconeri. [...]

AGENTE ZAZA: "NON TORNA ALLA JUVE"

Leggi il pezzo integrale sull'edizione digitale

Articoli correlati

Commenti