Juventus, mani su Kolasinac: arriva a giugno, si tenta l’anticipo

In estate sarà svincolato e ha già detto sì, battuto il Milan

© AP
Antonio Barillà

TORINO - Le mani della Juventus su Sead Kolasinac, 23 anni, terzino sinistro dello Schalke 04 e della Nazionale bosniaca: è già bloccato per giugno, quando sarà svincolato, ma è il nome caldissimo perché la Juve lavorerà per anticiparne l’arrivo. L’ad Beppe Marotta e il ds Fabio Paratici hanno incontrato ieri al Palazzo Parigi Hotel di Milano l’agente Fifa Giacomo Petralito, legatissimo alla Bundesliga e intermediario di molte operazioni con la Germania: il club di corso Galileo Ferraris segue per la prossima stagione i centrocampisti Momhoud Dhoud (21) del Borussia Mönchengladbach e Leon Goretzka (21) dello Schalke 04, ma la pista più calda è quella che porta a Kolasinac.

Tutto sulla Juventus

IN VOLATA - Il bosniaco, per rapporto qualità-prezzo, era già seguito a prescindere dall’addio di Patrice Evra: a giugno, infatti, sarà proprietario del cartellino, intanto la scadenza imminente promette un buon affare. La Juventus, lavorando sottotraccia, ha fatto grandi passi avanti per giugno, prenotando e assicurandosi il calciatore che adesso però prova ad arruolare subito. Lavorando sull’abbinamento al club bianconero, è venuto fuori anche un retroscena: il Milan era stato più lesto di tutti a piombare su Kolasinac, attraverso i dirigenti in pectore Marco Fassone e Massimo Mirabelli, ma il ritardo nel closing ha bruciato il loro vantaggio. Se lo Schalke si ostinerà a non accettare un’offerta adesso, la Juve sulla sinistra rimarrà com’è, rinviando a giugno l’arrivo e la scelta di un altro vice Alex Sandro tra Mattia De Sciglio (24), che il Milan però si tiene stretto, Adam Masina (23) del Bologna e Alejandro Grimaldo (21) del Benfica. «Da terzino ho giocato anche con il Ghana - rassicura Asamoah - Per fortuna sono in grado di ricoprire più posizioni».

Leggi l'articolo completo sul CorrieredelloSport-Stadio in edicola

Commenti