Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, Donadoni: «Il Milan nel fututo? Significa molto, ma sto con i piedi per terra»

Calciomercato, Donadoni: «Il Milan nel fututo? Significa molto, ma sto con i piedi per terra»
© ANSA

Il tecnico: «Ho ambizioni di poter arrivare in alto, a traguardi importanti, ma il mio futuro passa attraverso il presente, poi vedremo cosa accadrà»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 23 gennaio 2017 13:43

BOLOGNA - Roberto Donadoni, tecnico del Bologna, è stato spesso accostato alla panchina della sua ex squadra: il Milan. Queste le sue parole: "Io so quello che posso fare e devo fare non si può forzare la mano a nessuno. Ho ambizioni di poter arrivare in alto, a traguardi importanti, ma il mio futuro passa attraverso il presente, il Bologna, poi vedremo cosa accadrà - dice a Radio Anch'Io Sport - Quando si parla di Milan per me rappresenta moltissimo, ma sto con i piedi per terra. Il Milan cinese? Qualche dinamica cambia ma conta il lavoro sul campo e nello spogliatoio. Quando hai una proprietà italiana ti rapporti in un determinato modo, con gli stranieri qualcosa cambia, ma dipende sempre dalle persone".

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

SUL BOLOGNA - "Il nostro obbiettivo è quello di continuare a crescere e dare continuità al nostro cammino, poi vedremo cosa ci riserverà il futuro. Le premesse delle ultime settimane, da prima della sosta in poi sono state positive e cerchiamo di proseguire questo trend". Il futuro del Boogna: "L'anno scorso e quest'anno c'è da far quadrare bilancio, e poi vedere di fare qualcosa di meglio di quanto non sia stato fatto e alla chiusura si faranno dei ragionamenti e l'annata successiva andremo a vedere di incrementare qualcosa".

CONTRO IL NAPOLI - "Il Napoli è una squadra che ha una fisionomia ben definita e giocatori con qualità eccezionali. Ha trovato una quadratura ed hanno convinzione nelle loro capacità e quando lo affronti devi mettere in campo lo stesso tipo di convinzione, poi i valori sono indiscutibili, e se si entra in campo con un certo atteggiamento del filo da torcere lo si può dare a chiunque. Contro avversari come il Napoli devi sfoderare una prestazione coraggiosa, di grande personalità, se subisci il tasso tecnico ha la meglio".

SU DESTRO - "La prestazione di Destro di ieri è stata estremamente positiva anche se non ha fatto gol, ha lottato, tenuto palla, è il Destro che mi piace. Da lì ad avere un bottino di reti la differenza è poca. Deve dare continuità di prestazioni, ha grandi qualità. Credo più io il lui che lui stesso, a volte si incupisce e pensa che tutto debba essere segnare i gol ma il calcio è fatto di tante altre componenti e per un allenatore non conta solo il gol".

TUTTO SUL BOLOGNA

Articoli correlati

Commenti