Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Inter, Conte: «Vogliono che torni in Italia, ma sono felice al Chelsea»

Inter, Conte: «Vogliono che torni in Italia, ma sono felice al Chelsea»
© REUTERS

L'allenatore dei Blues parla del suo futuro in conferenza stampa: «Ho altri due anni di contratto». E chiarisce il discorsi di Pirlo come suo prossimo assistente

Sullo stesso argomento

 

venerdì 7 aprile 2017 14:47

LONDRA (Inghilterra) - "Vogliono che torni in Italia", dice Antonio Conte in conferenza stampa, alla vigilia della trasferta di Bournemouth, gara della 32ª giornata di Premier League, dove i Blues sono saldamente in testa con 7 punti di vantaggio sul Tottenham (entrambe le squadre hanno una partita da recuperare). "Penso sia normale coinvolgere il mio nome (riguardo al discorso con l'Inter), perché ho lavorato in Italia", dice il manager, che aggiunge: “Sono molto felice di rimanere qui, questa è la cosa più importante. Non mi piace che altre persone parlino per me. Ho altri due anni di contratto con il Chelsea, questa è la verità."

"CONTE RESTA AL CHELSEA? SE ARRIVANO DEI TOP CLUB..."

PIRLO E RANIERI - Il tecnico ha anche parlato delle voci che vorrebbero l'ex juventino Andrea Pirlo come suo prossimo assistente (al posto di Steve Holland): "Tutto questo è molto strano, perché lui sta ancora giocando e vuole continuare a giocare". Una battuta anche su Claudio Ranieri, allenatore campione in carica della Premier col Leicester, da cui però è stato esonerato poche settimane fa: "Claudio è un buon amico, sono stato molto contento di vederlo per chiacchierare. Normale chiedergli qualcosa a proposito della scorsa stagione. Abbiamo parlato della mia esperienza in Inghilterra del modo diverso di allenarsi tra qui e l'Italia. È un buon amico e gli auguro il meglio per il futuro. Si merita un nuovo incarico. Penso che sia pronto". E a chi ipotizza che Ranieri possa diventare suo assistente, Conte risponde: "Claudio è un top manager, posso diventare io il suo assistente! Sono sicuro che troverà un nuovo lavoro."

 

Articoli correlati

Commenti